1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Abn si appella anche a Banca d’Italia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo la presentazione dell’esposto alla Consob per la verifica se esistessero i presupposti dell’azione di concerto tra la Popolare di lodi e alcuni soci di Antonveneta, ora gli olandesi di Abn Amro si stanno apprestando a ricorrere all’altra autority nazionale coinvolta nella vicenda, la Banca d’Italia. La richiesta è quella di revocare l’autorizzazione rilasciata alla Bipielle per salire dapprima al 14,9% della banca patavina e sucessivamente fino al 29,9% e di conseguenza non autorizzare l’Opa che che la Lodi si appresta a lanciare. La tesi di Abn si basa sul non rispetto da parte della lodi delle disposizioni della banca centrale. A fronte di un onere complessivo di 865 milioni per l’acquisto del 14,9% di Antonveneta, risultava infatti a febbraio un’eccedenza di mezzi propri rispetto ai valori minimi stabiliti dalla normativa prudenziale per 770 milioni circa. Stima errata per difetto, poichè prevedeva acquisti a 20 euro medi per azione mentre sono stati conclusi a valori del 29% circa superiori.