Abi: Sella, il taglio dei costi non dipende dal cuneo fiscale

Inviato da Raffaele Serrecchia il Mer, 21/06/2006 - 15:28
Il presidente dell'Abi Maurizio Sella non può assumersi l'impegno del taglio dei costi dell'intero sistema bancario in misura pari alla riduzione del cuneo fiscale. "La riduzione dei costi va lasciata alla libera determinazione delle singole banche", ha precisato Sella in merito alle dichiarazioni di Cesare Geronzi, e non può essere assunta ad impegno comune di tutti gli attori del settore. Il presidente di Capitalia ha paventato ieri l'ipotesi di una riduzione dell'8% del costo dei servizi bancari, come conseguenza del taglio di 5 punti percentuali del cuneo fiscale, che si tradurrebbe in un risparmio di 1,2 miliardi di euro per il sistema bancario italiano. "Un beneficio fiscale esteso a tutti i settori - ha spiegato Geronzi - potrebbe avere positivi effetti indiretti. Le banche, ad esempio, potrebbero impegnarsi a trasferire i risparmi ottenuti dal taglio del cuneo fiscale sui prezzi dei servizi offerti alle famiglie e imprese".


COMMENTA LA NOTIZIA