1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Abi: banche italiane reggono bene alla crisi grazie a basso profilo di rischio

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La crisi ha inevitabilmente intaccato gli utili delle banche italiane, che però hanno resistito meglio degli istituti stranieri. Le banche italiane hanno chiuso i bilanci del 2008 con una flessione dell’utile netto pari al 56% e anche nel primo trimestre dell’anno in corso non si è invertito il trend e il calo degli utili risulta intorno al 60 per cento. I calcoli sono del rapporto Abi con le elaborazioni realizzate sui bilanci di 41 gruppi italiani al 31 dicembre. Sistema bancario in tenuta se si considera che a livello internazionale il calo medio degli utili nell’esercizio 2008 è stato del 123% circa rispetto all’anno precedente. Tenuta delle banche italiane che si spiega con la differente composizione del business delle banche italiane: mentre la media delle aziende di credito europee destina a impieghi il 38% del suo giro d’affari e investe il 47% dei mezzi amministrati in attività finanziarie, i gruppi creditizi italiani destinano il 63% agli impieghi a clienti e solo il 18% in attività finanziarie, un quarto delle quali è rappresentato da titoli di Stato. “La nostra vera preoccupazione è quanti crediti andranno persi nel 2009 sul fronte delle imprese”, ha dichiarato Giuseppe Zadra, direttore generale dell’Abi.