Abaxbank: Fugnoli, "il 2005 e' un anno per posizioni moderate e controtendenza"

Inviato da Redazione il Gio, 12/05/2005 - 12:18
"Il 2005 è un anno difficile perché è l'anno delle false partenze di tendenza e degli stop loss". Sostiene nel suo check up settimanale Alessandro Fugnoli, capoeconomista di AbaxBank. "Chi è stato stoppato ha in genere ancora abbastanza soldi e disperazione per cercare di rifarsi e prende nuove scommesse anche più grandi, mettendosi così nelle condizioni perfette per essere stoppato di nuovo", aggiunge. Eppure c'è anche un altro lato della medaglia. Fugnoli continua dicendo che "il 2005 è un anno eccellente per una modesta e tenace attività di costante palleggio con posizioni moderate e controtendenza. Scende il petrolio? Si comprano petroliferi e si vende l'indice in rialzo. Sale il petrolio? Si vendono i petroliferi e si compra l'indice in ribasso". Dunque il suggerimento della giornata del capoeconomista è: "non occorre un PhD, ma occorre sempre e comunque una certa umiltà". Passando infine al tema scottante, quello del greggio, Fugnoli sostiene che "il petrolio appare meno minaccioso dal momento in cui Stati Uniti e sauditi hanno raggiunto un accordo che prevede maggiori forniture in cambio di un prezzo tendenzialmente stabilizzato intorno ai 50 dollari. Nessuno di questi accordi dura mai in eterno,
ma intanto le scorte continuano a crescere".
COMMENTA LA NOTIZIA