A2a: tagliato del 34% il monte compensi del Consiglio di Gestione

Inviato da Marco Barlassina il Mer, 18/07/2012 - 14:08
Quotazione: A2A
Il Consiglio di Sorveglianza di A2A S.p.A. ha deliberato all'unanimità la riduzione del 34% rispetto all'anno 2011 del monte compensi del Consiglio di Gestione. Lo si apprende da un comunicato della stessa utility. Il Consiglio di Sorveglianza ha inoltre deciso che tutti i compensi siano fissi, con l'eccezione di quello del presidente del Consiglio di Gestione, costituito anche da una parte variabile, legata principalmente a obiettivi di lungo termine misurati sul piano industriale. In particolare, l'emolumento annuale fisso previsto per la carica del presidente passa da 700 mila a 600 mila euro con un decremento di circa il 14 % e la struttura dei compensi variabili potrà raggiungere un massimo annuale di 300 mila euro, rispetto ai 700 mila euro dell'anno 2011, con una diminuzione di circa il 43 %. Inoltre, la carica di presidente non prevede alcun emolumento per cariche in consigli di amministrazione di società controllate, compensi precedentemente fissati in un massimo di 150 mila euro. La carica di vice presidente del Consiglio di Gestione riceverà esclusivamente un emolumento fisso di 160 mila euro, con un decremento di circa il 47% rispetto al 2011. Il Consiglio di Sorveglianza ha altresì disposto che le remunerazioni di tutti i consiglieri si intendano omnicomprensive e, conseguentemente, che qualsiasi emolumento spettante da eventuali cariche in società partecipate sia riversato interamente ad A2A.
COMMENTA LA NOTIZIA
rosario 2016 scrive...
giocar46 scrive...
giocar46 scrive...
 

A2A

A2a