1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

A2A, Comune di Varese avrà una quota massima dello 0,6%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il prezzo di 47,6 milioni di euro pattuito da A2A con il Comune di Varese per il passaggio di controllo di Aspem sarà pagato mediante trasferimento al Comune di Varese di azioni proprie A2A valorizzate alla quotazione media ponderata del titolo A2A nei sei mesi antecedenti il closing. La quotazione media non potrà essere inferiore a 2,32 euro. Il numero massimo di azioni A2A attribuibile al Comune di Varese (in ipotesi di assenza di aggiustamento prezzo, previsto contrattualmente sulla base dell’indebitamento finanziario netto consolidato al 31 dicembre 2008) è quindi di circa 20,5 milioni pari a circa lo 0,6 % del capitale di A2A. Il Comune di Varese assumerà un obbligo di lock-up sulle azioni A2A della durata di 18 mesi. Il Comune di Varese avrà un’opzione di vendita relativa alle partecipazioni detenute in Aspem SpA ed in Varese Risorse esercitabile dopo 3 anni dal closing (periodo per il quale è previsto un lock-up su tali partecipazioni) ad un prezzo non superiore a quello pattuito nel contratto sottoscritto in data odierna. Il closing è previsto fra fine 2008 ed inizio 2009 ed è condizionato all’autorizzazione dell’Autorità Antitrust ed al completamento della scissione per il trasferimento ad Aspem del 90% di Varese Risorse.