A2A: approvato programma di emissioni obbligazionarie per un massimo di 2 miliardi di euro

QUOTAZIONI A2a
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il Consiglio di gestione di A2A ha approvato l’adozione di un programma di emissioni obbligazionarie (Euro Medium Term Note Programme) fino ad un importo massimo di 2 miliardi di euro. Il programma, recita una nota della società, sarà quotato alla Borsa del Lussemburgo ed il primo filing del prospetto a tale fine è previsto nelle prossime settimane. L’adozione dell’Emtn, spiega il comunicato, si inquadra nella più ampia strategia finanziaria del gruppo A2A finalizzata all’allungamento della vita media del debito e al mantenimento di una adeguata flessibilità finanziaria a sostegno del rating della società. Le obbligazioni che saranno emesse a valere sul programma saranno collocate presso investitori istituzionali.

Commenti dei Lettori
News Correlate
BILANCI

A2A: balzo dell’utile 2016. Ebitda 2017 visto a 1,12-1,15 miliardi

L’esercizio 2016 del Gruppo A2A si è chiuso con un utile netto “reported” di 224 milioni di euro, dai 73 milioni dell’esercizio 2015. Al netto delle partite non ricorrenti, l’utile netto si è attestato a 377 milioni, in aumento del 35,6% rispetto al precedente esercizio. Nell’esercizio, i ricavi del Gruppo sono risultati pari a 5.093 […]

A2A: titolo cede oltre l’1%, per Citigroup ora è da vendere

A2A viaggia in territorio negativo a Piazza Affari, dove lascia sul parterre oltre 1 punto percentuale a 1,393 euro, sulla scia della bocciatura arrivata questa mattina da Citigroup. Gli analisti del colosso bancario americano hanno tagliato il giudizio sulla multiutility lombarda a sell dal precedente neutral (target price 1,25 euro).

A2A, sottoscritti nuovi patti parasociali con il Montenegro

A2A ha sottoscritto oggi con il governo del Montenegro la proroga dei patti parasociali risalenti al 29 agosto del 2016 relativi alla gestione della società Epcg. L’accordo, si legge nella nota odierna, prevede una durata semestrale e pertanto scadrà il prossimo 30 giugno. Non sono stati invece modificati gli altri termini e condizioni dei patti.