1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Da oggi sul mercato i nuovi Cash Collect Certificate di Banca IMI su azioni italiane ed estere

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Si amplia ulteriormente la gamma degli strumenti di investimento emessi da Banca IMI, grazie a 8 nuovi Cash Collect Certificate che, a partire da oggi, sono quotati sul mercato SeDeX di Borsa Italiana. I certificati offrono all’investitore la possibilità di ottenere dei rendimenti in situazioni di stabilità, rialzo o limitato ribasso dell’attività finanziaria sottostante con un orizzonte temporale di breve periodo.

I Cash Collect Certificate di Banca IMI sono Certificati d’investimento a capitale condizionatamente protetto che hanno la peculiarità di corrispondere all’investitore dei premi fissi incondizionati nei primi tre mesi e premi condizionati mensili durante la restante vita del certificato.

Tra i sottostanti troviamo le italiane Enel, Telecom Italia, STMicroelectronics, Unicredit e Unipol, un colosso europeo del calibro di BMW e big d’Oltreoceano come Tesla e Twitter.

Tutti i Cash Collect in quotazione da oggi presentano un prezzo di emissione di 100 euro, una durata di 18 mesi con barriera osservata unicamente alla scadenza e prevedono il pagamento di 1 premio fisso nei primi 3 mesi (indipendente dall’andamento dell’azione sottostante) e 5 premi condizionati per i restanti mesi. Per incassare il premio condizionato, è sufficiente che il sottostante nelle date di valutazione abbia un valore maggiore o uguale al Livello Barriera. Per questo motivo anche in caso di lievi ribassi dell’azione sottostante, il rendimento del Certificate risulta essere positivo.

A titolo di esempio, vediamo in dettaglio il funzionamento di un certificate: il Cash Collect con sottostante il titolo Tesla (ISIN IT0005355851). Al 11 marzo 2019 questo certificato pagherà 1 premio fisso incondizionato di 3,33 euro mentre nelle altre 5 date di rilevazione mensili il premio, sempre di 0,3,33 euro, sarà corrisposto nel caso in cui il titolo Tesla risulterà superiore a 237,3475 euro, pari al 65% del valore rilevato inizialmente (365,15 euro).

A scadenza, 10 giugno 2020, l’investitore percepirà il valore nominale del certificato di 100 euro maggiorato dell’ultimo premio condizionato di 3,30 euro qualora il valore dell’azione dovesse essere pari o superiore del livello barriera (237,3475 euro). In caso contrario l’investitore subirà una perdita commisurata a quella che avrebbe ottenuto investendo direttamente nell’azione sottostante.

L’elenco completo dei certificati di Banca IMI è disponibile su: https://www.bancaimi.prodottiequotazioni.com/