1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Il 2012 sarà l’anno delle large caps (Morgan Stanley)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Morgan Stanley preferisce le azioni large cap alle mid e small cap. Secondo l’istituto americano, nonostante per un decennio e per gran parte dell’anno scorso le aziende maggiormente capitalizzate abbiano fatto peggio delle piccole e medie, dallo scorso giugno il trend si è invertito e ci sono almeno quattro ragioni perché nel 2012 le large caps continuino a sovraperformare. 1) Attualmente le large caps scambiano a uno sconto dell’11%, e risultano più attraenti in prospettiva. 2) La convinzione di MS è che le large caps siano più spostate sui settori difensivi e alle materie prime, rispetto alle small e mid caps, più soggette ai cicli economici. 3) Le large caps risentono meno dei tagli agli investimenti, sia pubblici che privati, e possono resistere meglio ai periodi debole crescita del credito. 4) MS prevede un calo degli utili dell’8% quest’anno per le small caps, che generano il 75% deli loro guadagni dall’Europa, quindi sono molto più esposte delle large caps che prendono dall’Europa solo il 50% dei loro guadagni.