Unicredito: pericolosa la rottura della trendline rialzista di medio periodo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta positiva questa mattina a Piazza Affari per Unicredito attualmente in rialzo di circa mezzo punto percentuale in area 4.28 euro. L’analisi grafica mostra come le quotazioni si siano nuovamente portate in prossimità della trendline rialzista di medio periodo (linea tratteggiata rossa) tratteggiabile dai minimi di ottobre 2003. La violazione della di tale supporto dinamico, meglio se confermato in close da rialzo volumetrico, aggraverebbe l’outlook sul titolo aprendo la strada verso i successivi target in area 4.10 e poi a 4.05 euro, importante livello statico che negli ultimi mesi ha mostrato più volte la propria validità. La discesa sotto area 4-4.05 euro decreterebbe l’uscita dall’ampia fascia di congestione che rinchiude il titolo dallo scorso mese di giugno. In tale ipotesi probabile accelerazione verso i successivi target ribassisti in area 3.90 e poi a 3.80 euro.
Al rialzo monitoriamo la trendline ribassista di breve attualmente in area 4.33 euro. Solo il superamento di tale resistenza dinamica favorirebbe una nuova accelerazione del titolo verso i massimi relativi dell’ultimo impulso rialzista toccati nelle scorse settimane in area 4.45 euro. Oltre tale resistenza successivo target in area 4.60, sui massimi relativi di luglio 2002.
Oscillatori impostati al ribasso: si noti come l’Rsi, a differenza delle quotazioni del titolo, avesse rotto già ieri sera la TL rialzista di medio periodo. Preoccupante il rialzo volumetrico che ha accompagnato la long black candle della vigilia.


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori