Unicredit sbatte il muso su quota 2,60

Inviato da Redazione il Mar, 15/09/2009 - 12:30

La soglia dei 2,60 euro sta opponendo una sostenuta resistenza ai tentativi di sfondamento operati dal titolo Unicredit. Il primo tentativo di attacco, portato sul finire del mese di agosto, ha avuto come conseguenza uno storno che ha riportato l’azione in area 2,375 dopo il quale Unicredit ha trovato la spinta per riportarsi sull’obiettivo. Nella seduta odierna il titolo arretra di circa un punto percentuale senza precludersi ulteriori tentativi di superamento che si allontaneranno solamente a seguito di un ritorno al di sotto quota 2,54 euro, area di transito della media mobile di breve termine. In tal caso possibili accelerazioni verso 2,50 e successivamente 2,46. Un segnale negativo per Unicredit arriverebbe tuttavia solamente con una chiusura al di sotto del supporto a 2,375 euro. Per contro, una rottura confermata di 2,60, sostenuto da incremento volumetrico, darà un segnale positivo con un primo obiettivo a 2,66 euro e un obiettivo successivo a 2,82 euro.

Operatività: Mantenere aperte posizioni long. Prendere beneficio su chiusure inferiori a 2,54. Nuovi long oltre 2,60 con primo target a 2,66 e stop loss a 2,54.

Alessandro Piu

(15/9/2009 - 12:30)

Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!

COMMENTA LA NOTIZIA