Ubi Banca, segnale short a rottura di quota 3 euro

Inviato da Redazione il Lun, 24/09/2012 - 10:51

Avvio di settimana decisamente con il piede sbagliato per il titolo Ubi Banca, in coda al comparto bancario di Piazza Affari e all'indice Ftse Mib. Solo Mediaset sta facendo peggio. Oltre alle cattive notizie arrivate nel fine settimana dalla Grecia Ubi Banca sconta anche gli effetti del rating "underperform" con cui gli analisti di Credit Suisse hanno iniziato la copertura sul titolo. Il target price è stato fissato a 2,5 euro. Graficamente corrisponderebbe a un ritorno sui livelli di fine agosto. Nel corso di agosto e nella prima metà di settembre l'azione bancaria ha partecipato al rally del comparto bancario portando a casa un rialzo dell'84 per cento circa, rialzo esauritosi a 3,36 euro. Ne è seguito un ritracciamento di quasi il 10 per cento che per il momento non ha mutato il quadro grafico dell'azione. Un peggioramento dello scenario potrebbe tuttavia arrivare su caduta del supporto di quota 3 euro, costituito dai minimi di seduta del 20 settembre. Si confermerebbe in tal modo la violazione al ribasso in corso attualmente, della media mobile a 14 giorni e del prolungamento della resistenza ottenibile dall'unione dei massimi del 2 e 20 agosto, atttualmente a 3,066 euro. Ubi Banca arretrerebbe in tal caso verso 2,87 euro e 2,72 euro. Per allontanare la possibilità di vedere realizzato tale scenario il titolo dovrebbe riportarsi sopra i massimi di seduta di venerdì scorso a 3,20 euro da dove diventerebbe possibile un attacco ai massimi di metà settembre a 3,36 euro. Chi volesse implementare una strategia short su Ubi Banca dovrebbe attendere una rottura al ribasso di quota 3 euro sostenuta da un incremento dei volumi con target a 2,87 e 2,72 euro e uno stop loss che potrebbe essere posizionato a 3,11 euro.

Alessandro Piu

(24/09/2012)

Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!

COMMENTA LA NOTIZIA