UBI Banca: impulso rialzista sopra 4,50 euro. Possibile proseguire trend primario fino a 5 euro?

UBI Banca guadagna la palma di miglior titolo bancario da inizio anno. Dal punto di vista grafico il titolo segue un trend primario che potrebbe proseguire anche nel quarto ed …

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Fra i titoli più in salute di Piazza Affari in questo momento vi è UBI Banca. Il prezzo del titolo da inizio anno ha guadagnato più dell’80%, percentuale che ha permesso ad UBI di guadagnarsi la palma di miglior titolo all’interno del settore bancario.

 

Dal punto di vista tecnico il titolo segue un trend primario rialzista fin da inizio anno, una tendenza accelerata nel mese di settembre in seguito al breakout delle resistenze statiche a 4,18-4,20 euro. Graficamente, un primo squillo dell’imminente accelerazione era già stato generato a metà mese, con la rottura delle trendline disegnata sul daily chart con i top decrescenti dell’8 e 17 agosto.

 

Questo movimento difatti è stato propedeutico alla formazione della candela rialzista del 21 settembre scorso, con la quale il prezzo si è smarcato definitivamente da quota 4 euro. Se la pausa di assestamento attorno a quest’ultimo valore, durata quasi 3 mesi (da luglio a settembre), è stata necessaria al titolo per stemperare gli indicatori più sensibili, un’analisi condotta su un orizzonte temporale più ampio potrebbe suggerire la presenza di ulteriori possibilità di upside che avrebbero, nel medio e lungo periodo, target a quota 5 euro, soglia persa nel gennaio del 2016 e da allora mai più raggiunta.

 

Solo una nuova discesa sotto quota 4 euro, confermata con una chiusura almeno settimanale, comporterebbe un sensibile peggioramento degli orizzonti tecnici di medio periodo, mentre un pullback di quest’area permetterebbe di scaricare gli indicatori più sensibili e fornirebbe una nuova opportunità d’ingresso agli investitori.


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori