Tornano le vendite sulle banche: Pop.Milano la peggiore a Piazza Affari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il fine settimana non ha certo portato buone nuove per i mercati finanziari e la reazione si vede stamattina con un calo che, per Piazza Affari, supera il punto percentuale. Per il titolo della Popolare di Milano, allo stallo nelle discussioni tra repubblicani e democratici per l’innalzamento del tetto al debito statunitense e alla decisione degli analisti di Moody’s di downgradare la Grecia a Ca, un solo gradino al di sopra del livello di default, si somma la revisione al ribasso del giudizio da parte degli analisti di Morgan Stanley a reduce da neutral. L’azione bancaria figura così in coda al Ftse Mib con un ribasso di circa il 4%. Il titolo, dopo la reazione nella seconda metà della passata ottava arrestatasi prima delle resistenze di area 1,772/1,79 (media mobile a 55 giorni), torna così su un’importante area di supporto. Tra 1,588 e 1,57 si trovano infatti un supporto statico, la media mobile a 14 giorni e la parta alta del canale ribassista discendente dai massimi relativi di metà aprile. La tenuta di quest’area è fondamentale per scongiurare una nuova discesa che avrebbe come target 1,5 euro in prima battuta e successivamente 1,45 e 1,34 euro (minimi della seduta del 12 luglio). Prima di aprire posizioni al ribasso è quindi prudente attendere la rottura al ribasso della parte alta del canale ribassista descritto sopra con target a 1,45 e 1,34 e stop loss su recupero di 1,6 euro.


Alessandro Piu


(25/07/2011)


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori