TIM: importante il superamento della resistenza statica in area 4.40 euro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta negativa oggi a Piazza Affari per TIM attualmente in flessione dello 0.3% rispetto al close della vigilia a quota 4.32 euro. L’analisi grafica mostra come le quotazioni confermino la validità dell’up-trend tracciabile dai minimi di fine ottobre. Per assistere a nuovi impulsi rialzisti attendiamo ora il titolo al test della resistenza statica in area 4.40 euro, in coincidenza di una serie di  massimi relativi dello scorso mese di giugno. Sopra tale livello successivi target a 4.50 euro (massimi del 2 giugno scorso) oltre cui è lecito attendersi un’estensione del movimento verso i massimi relativi di metà gennaio a quota 4.75 euro.
Al ribasso, una chiusura sotto quota 4.30 euro favorirebbe un ritracciamento verso area 4.25: per non invalidare il trend rialzista di breve monitoriamo la trendline tracciabile da fine ottobre (linea tratteggiata rossa), attualmente in area 4.20 euro. Sotto tale supporto dinamico l’outlook di breve sul titolo volgerebbe al negativo: in tal caso successivi target ribassisti in area 4.08, e poi 4 ed infine in area 3.90 euro.
L’analisi degli oscillatori mostra un Macd in estensione che conferma il segnale long generato nella seduta del 3 novembre scorso. Rsi attualmente girato in negativo: si noti come lo stesso, in fascia di ipercomprato, dopo la seduta di ieri stesse già testando la TL rialzista di breve. I volumi, escludendo la seduta condizionata dalla festività dei mercati Usa della vigilia, si mantengono su livelli relativamente elevati, confermando l’elevato interesse degli operatori sul titolo.


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori