Tenaris pronta al test del supporto di quota 16 euro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Titolo peggiore del Ftse Mib è quest’oggi Tenaris. Con un ribasso di circa l’1,75% l’azione del comparto oil rimette sotto pressione la trendline rialzista di lungo termine risalente dai minimi del marzo 2009. La sua violazione, avvenuta per il momento solo in intraday con un minimo di sessione a 16,24 euro, se confermata proporrebbe il test dei supporti di area 16,05/16 euro. A tale quota, oltre a un sostegno statico, si trova anche il 50% di ritracciamento di Fibonacci della salita effettuata dall’azione dal 31 agosto 2010 al 3 gennaio 2011. Sotto tale livello lo spazio di ribasso si amplierebbe con un target a 15,50 euro. Qui transita la trendline ribassista ottenibile unendo i massimi del 3 gennaio con quelli del 21 febbraio 2011, violata al rialzo il 29 marzo. Lo scenario di debolezza è confermato anche dall’incrocio al ribasso della media mobile a 14 giorni su quella a 100 periodi e potrebbe essere allontanato con un recupero proprio dell’area di transito delle medie mobili, tra 16,7 e 16,8 euro. Per sfruttare un’operatività short possibile pertanto inserire ordini di vendita su rottura al ribasso di 16 euro con target a 16,50 e uno stop loss a 16,26 euro.


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori