Tenaris penalizzata dal calo del petrolio

Inviato da Redazione il Ven, 18/05/2012 - 12:06
Quotazione: TENARIS

Il petrolio Brent scende sotto quota 107 dollari al barile, minimi da inizio anno, e fa soffrire i titoli petroliferi di Piazza Affari. Il peggiore della pattuglia è Tenaris che arretra di oltre il 2,5 per cento e mette pressione alla trendline che dai minimi del 25 novembre 2011 e 17 aprile 2012 transita oggi a 13 euro in corrispondenza dei minimi di seduta. La caduta del supporto dinamico, se confermata al termine delle contrattazioni, avrebbe significato negativo. Come primo più immediato target porterebbe le quotazioni sui minimi segnali lo scorso 17 aprile a 12,75 euro, livello dove è prevedibile almeno un rimbalzo configurabile come pull-back a meno di recuperi di quota 13,50 euro. Sotto 12,75 i target per Tenaris andrebbero individuati a 12,10 e 11,54 euro. La debolezza della configurazione grafico di Tenaris è tra l'altro confermata dall'incrocio al ribasso in corso tra la media mobile a 55 giorni e quella a 100 periodi, a 14,17/14,12 euro. Lo scenario ipotizzato di allontanerebbe nel caso in cui Tenaris dovesse riportarsi sopra area 13,50/62 euro dove sono presenti una resistenza statica di medio termine e la media mobile a 14 giorni. Operativamente, chi volesse provare a sfruttare l'ipotesi short, potrebbe inserire ordini di vendita su risalite fino a quota 13,20 euro con target 12,75, 12,10 e 11,54 euro e impostando lo stop loss su recupero di 13,50 euro.

Alessandro Piu

(18/05/2012)

Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!

COMMENTA LA NOTIZIA