Saipem alta volatilità sul titolo, si va verso le resistenze a 3,678 euro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Saipem si conferma un titolo altamente volatile ed oggi si pone in testa alle 40 aziende a maggior capitalizzazione del FTSE Mib. Il prezzo dell’azione è da poco tornato sopra quota 3,60 euro dopo che giorni fa sono stati approvati i numeri dei primi nove mesi del 2017 con una perdita netta quasi azzerata a -57 milioni di euro (contro -1,92 miliardi nello stesso periodo del 2016) e addirittura un utile di +53 milioni nel terzo trimestre 2017.

Dal punto di vista tecnico, dopo esser stato respinto dalle solide barriere statiche a 3,678 euro il titolo ha arrestato la propria flessione al contatto con i minimi del 23 ottobre a 3,25 euro.

Attualmente la forza dei compratori potrebbe riportare le quotazioni a ridosso della resistenza statica prima citata che ha già mostrato la sua importanza a cavallo fra fine settembre ed inizio ottobre. Inoltre, la soglia psicologica a 3,50 euro si segnala come supporto di breve periodo che potrebbe fornire sostegno ai corsi da qui a fine settimana.

Gli investitori che volessero attuare una strategia long su Saipem potrebbero attendere una violazione al rialzo e successivo pull-back della resistenza statica di area 3,67 – 3,68 euro. In tal caso, un ingresso long a su detti livelli avrebbe stop loss a quota 3,40 euro e target price a ridosso dei precedenti massimi del 26 settembre scorso a 3,728 euro.


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori