Pirelli preme sui supporti intermedi a 7,75 euro

Inviato da Redazione il Ven, 01/06/2012 - 12:04

Pirelli ha annunciato ieri di aver inaugurato un nuovo stabilimento in Messico, capace di produrre a regime 5,5 milioni di pezzi, ma non riesce a invertire la rotta a Piazza Affari. L'azione del produttore di pneumatici ha perso quasi il 20 per cento di capitalizzazione dall'inizio del mese di maggio, scendendo oggi fino a quota 7,80 euro. Il ribasso è stato guidato da un canale ribassista la cui parte alta si trova attualmente a transitare a quota 8,33 euro, appaiata alla media mobile a 14 giorni. Il recupero di questo livello dinamico riporterà lo scenario del titolo in equilibrio con un primo segnale di ritrovata forza su riconquista di 8,45 euro, massimi del 29 maggio che si trovano sopra l'importante area di supporti a 8,40 euro violata al ribasso il 23. La caduta di questi supporti propone per Pirelli un target a 7,42 euro che diverrà raggiungibile su rottura al ribasso dei sostegni intermedi a 7,75 euro, dove è possibile assistere a un rimbalzo delle quotazioni. Chi volesse perseguire un'operatività ribassista potrebbe impostare ordini di ingresso da 7,90 euro con target 7,60 e 7,42 e stop a 8,08 euro.

Alessandro Piu

(01/06/2012)

Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!

COMMENTA LA NOTIZIA