Parmalat: negatività su rottura di quota 2.80 euro

Inviato da Redazione il Mer, 06/08/2003 - 12:29
Quotazione: PARMALAT

Seduta negativa questa mattina a Piazza Affari per Parmalat attualmente scambiata a 2.8350 euro, in flessione di circa un punto percentuale. Il titolo conferma la validità del trend rialzista intrapreso a metà marzo: un segnale di possibile inversione del movimento si avrebbe con la discesa delle quotazioni sotto l'importante supporto statico a 2.80 euro: in tal caso si interromperebbe infatti la serie di massimi e minimi crescenti che caratterizzano un sano trend rialzista. In tal caso (da confermare in ogni caso in close da rialzo volumetrico) probabile ritracciamento verso quota 2.70 e successivamente a 2.50 euro. Nel caso di ulteriori ribassi importanti supporti a 2.35 e poi e 2.20 euro.
Al rialzo assisteremo a nuovi impulsi rialzisti solo su rottura della resistenza statica in area 2.95 euro: in tal caso successivi target  a 3.10 euro, sui massimi relativi di settembre 2002 e poi eventualmente in area 3.25 euro. L'analisi degli oscillatori mostra un Macd short dalla seduta del 23 luglio scorso. Rsi girato in negativo: l'eventuale rottura da parte dell'oscillatore dei minimi relativi evidenziati sul grafico fornirebbe un segnale di possibile inversione del trend. I volumi, complice il periodo di festività estive, si mantengono su livelli relativamente contenuti.

Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!

COMMENTA LA NOTIZIA