Nasdaq Composite al test della resistenza dinamica di breve periodo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’analisi grafica dell’indice dei titoli tecnologici USA mostra come gli impulsi rialzisti di breve periodo continuino ad interrompersi in prossimità della trendline ribassista che congiunge i massimi relativi da metà gennaio. Solo la violazione di tale resistenza dinamica decreterebbe ora l’inversione del trend di breve periodo. Per assumere posizioni rialziste consigliabile attendere la rottura confermata in close dell’ultimo massimo relativo in area 2295 punti. In tal caso probabile accelerazione del movimento con target a 2315 e  successivamente a quota 2330 punti. Nel caso di ulteriori rialzi possibile il raggiungimento dei minimi del lontano gennaio 2001 in area 2375 punti.
Al ribasso monitoriamo area 2260 punti, livello ove attualmente transita anche la media esponenziale a 55 periodi, la cui eventuale rottura favorirebbe un nuovo test del supporto a quota 2240 punti. Sotto tale livello l’outlook si aggraverebbe ulteriormente aprendo la strava verso i successivi target ribassisti a 2220 e successivamente a 2190 punti.


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori