Moncler: esplosiva in Borsa segna nuovi massimi storici

Moncler ha fissato oggi nuovi massimi storici in area 26,5 euro e da inizio anno vanta una delle migliori performance di Borsa, con una crescita cumulata di oltre il 58 …

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Moncler si appresta a chiudere il 2017 come uno dei titoli dalla miglior performance di Borsa, con un guadagno Ytd del 58,7%, essendo passato da poco più di 16 euro a oltre 26 euro. I prezzi proprio oggi segnano nuovi massimi storici.

 

Il titolo, dopo la forte accelerazione di dicembre 2016 che ha portato Moncler a raggiungere i 25 euro a settembre, ha avviato una fase laterale durata di fatto fino a metà dicembre e compresa tra il supporto statico in area 22,86 euro e la resistenza statica dei 25 euro. Quest’ultimo livello di prezzo importante e che per ben tre volte ha respinto i corsi (settembre, ottobre e prima metà di dicembre).

 

Importante è stato il movimento del 18 dicembre, con cui il titolo ha rotto la resistenza statica su citata in gap up. Breakout anche accompagnato da volumi importanti e pari a 1,42 milioni di pezzi scambiati (vs 0,93 mln della media 12 mesi). I prezzi poi hanno proseguito al rialzo superando i 26 euro. Ora i corsi hanno incontrato la resistenza dinamica rappresentata dalla ex trend line rialzista di lungo periodo, che ha guidato il rialzo di Moncler dalla fine del 2016. Un livello importante e da monitorare poiché se superato potrebbe dare ulteriore slancio ai prezzi, al contrario invece potrebbe avviare un pull back fino ai 25 euro.

 

Se i prezzi dovessero ripiegare dai massimi storici, i primi supporti statici sono collocati in area 25 euro, a 23,83 e a 22,86 euro. Al rialzo invece oltre a 27 euro, che potrebbe fungere da resistenza psicologica, usando le estensioni di Fibonacci avremmo potenziali resistenze a 27,5 e 28,07 euro.

Fonte: Bloomberg

 

Analisi volumetrica: dopo la rottura dei 25 euro il 18 dicembre in gap up con volumi anche sostenuti e pari a 1,4 mln di pezzi, gli scambi sono diminuiti, non accompagnando il rialzo. L’OBV non dà segnali positivi anzi mostra divergenza, in quanto i nuovi massimi realizzati sul prezzo a partire da maggio 2017 non trovano conferma sull’indicatore. Un segnale di possibile indebolimento del movimento.

 

Analisi algoritmica: come l’OBV, anche RSI e MACD, soprattutto su grafico settimanale, danno divergenza rispetto al movimento del prezzo. Segnale non positivo che indica quanto meno un indebolimento del trend principale rialzista.

 

Analisi settimanale: il grafico weekly conferma quanto visto sul daily chart. Oscillatori e indicatori sono in divergenza sul prezzo.

Fonte: Bloomberg

 

Conclusione: Moncler dopo aver rimbalzato diverse volte sul supporto in area 22,86 euro ha ripreso la strada del rialzo, anche se con volumi meno convincenti che nel passato. La rottura dei 25 euro è sicuramente stata un risultato positivo ed ora i prezzi si trovano al test della ex trend line rialzista. Il break out di tale livello è necessario per una prosecuzione del trend. In ogni caso una correzione dai livelli attuali fino a 25 euro non sarebbe preoccupante, ma assolutamente normale, visto anche il contesto di mercato debole. Certo se i prezzi dovessero tornare sui 22,86 euro, allora bisognerà monitorare con attenzione tale livello, dove passa anche la media mobile 200 periodi. Una rottura di tale supporto vedrebbe sì un deterioramento del trend rialzista e potrebbe accrescere le pressioni ribassiste.


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori