Mediobanca, possibile indebolimento se scende sotto 8,32 euro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Si muove in territorio negativo il titolo Mediobanca che con un ribasso inferiore al punto percentuale sta mettendo sotto pressione il supporto intermedio di area 8,45/40 euro, la cui rottura metterebbe a rischio il livello statico e dinamico di quota 8,32 euro, nei pressi del quale transita la media mobile di breve termine. Una rottura al ribasso di tale quota, acompagnata da incremento volumetrico, porterebbe ad allunghi in direzione di 8,18 euro e alla possibile chiusura del gap rialzista lasciato aperto lo scorso 19 maggio. Verrebbe inoltre messo in pericolo il supporto di area 8 la cui violazione darebbe un segnale negativo al mercato con un primo obiettivo a 7,68 euro, dove si trova anche a passare la media mobile di medio periodo. Per allontanare il rischio di un simile deterioramento del quadro grafico, il titolo bancario dovrà essere in grado di recuperare la resistenza di quota 8,71 euro, livello da dove poter portare attacchi alla resistenza posta a 9 euro. La violazione al rialzo di questo livello, confermata in chiusura di seduta e accompagnata da incremento dei volumi darebbe invece un segnale di ripresa del trend rialzista in essere dai minimi di marzo con un primo obiettivo a 9,30 euro e successivamente verso area 10.


Operatività: possibile tentare long speculativi su tenuta del supporto di quota 8,32 euro con target a 8,50 e 8,71. Stop and reverse su violazione di 8,70 con obiettivo a 8 euro. Long di posizione solo su rottura confermata da incremento volumetrico di area 9 euro con target a 9,30 e 10 euro e stop loss a 8,50. 


Alessandro Piu


(25/5/2009 – 12:00)


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori