Lottomatica, un rimbalzo che vale una puntata ribassista

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tra i titoli più brillanti oggi a Piazza Affari, Lottomatica sembra stia continuando il tipico rimbalzo tecnico che segue una discesa. Nel caso delle azioni della società guidata dall’Ad Marco Sala, che oggi pubblicherà i risultati trimestrali, il riferimento è al movimento ribassista che ne ha caratterizzato i corsi dai massimi del 26 marzo ai minimi del 23 aprile. Nel corso di questa discesa i titoli hanno generato un segnale di vendita di medio termine con la violazione dei supporti dinamici espressi dalla trendline ascendente disegnata con i low del 25 novembre e del 9 gennaio. La linea di tendenza in questione è capitolata in occasione della seduta dello scorso 10 aprile. A riprova della strategicità del livello dinamico menzionato vi è il comportamento dell’azione negli ultimi giorni: i massimi intraday toccati dal 2 maggio in poi si sono sempre poggiati al massimo sulla trendline stessa, senza mai essere in grado di oltrepassarla nonostante la presenza di top crescenti. Da un punto di vista tecnico questo comportamento viene anche chiamato test del cambio di stato, ossia il test che i vecchi supporti siano effettivamente diventati resistenze dinamiche. A questa constatazione va aggiunto un altro elemento tecnico: in prossimità dei 14,45 euro Lottomatica ha un coriaceo livello resistenziale di matrice statica. La soglia indicata è stata lasciata in eredità dai top dello scorso 28 ottobre e ha dimostrato la solidità anche nella prima parte del 2012: il livello, salvo qualche breve e momentanea occasione come il massimo intraday registrato lo scorso 26 marzo a 14,65 euro, ha sempre bloccato le velleità rialziste del titolo a cavallo tra il 20 marzo e il 10 aprile. Partendo da questi presupposti e considerando che Lottomatica è ritornata a scambiare sopra i 14 euro, ecco che eventuali strategie short potrebbero essere implementate in prossimità dei 14,15 euro. Con stop che scatterebbe in caso di chiusure di seduta oltre i 14,75 euro, ecco che il primo target individuabile sarebbe a 13,30 euro mentre il secondo sarebbe a 12,65 euro.


Riccardo Designori


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori