Intesa Sanpaolo in forte ribasso, rischio violazione di quota 2,90

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta in deciso calo per il titolo Intesa Sanpaolo che arretra a Piazza Affari di oltre due punti percentuali in area 2,9250, dopo essere scesa a testare nella prima parte di contrattazioni il supporto a 2,90 euro. Una rottura al ribasso di tale soglia, se confermata in chiusura di seduta, aggiungerebbe un nuovo segnale negativo alla violazione della media mobile di medio periodo, a 2,957. In tal caso possibili accelerazioni verso 2,87 e successivamente in direzione di 2,814 e 2,74 euro. Per allentare la pressione al ribasso l’azione bancaria dovrà recuperare almeno l’area di transito delle medie mobile, a 2,957 quella a 55 periodi e a 2,98 quella di breve termine. Un ritorno sopra i tre euro aprirebbe invece la possibilità di effettuare allunghi verso 3,07 euro.


Operatività: Per le posizioni short in essere, sotto 2,90, target a 2,87 e 2,814. Abbassare trailing profit a 2,98. Per l’apertura di posizioni long attendere un ritorno sopra i 3 euro con target 3,07 e stop loss sulla media mobile di medio periodo.


Alessandro Piu


(26/11/2009 – 11:30)


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori