Future Ftse Mib, ora a rischio quota 16.500

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari è stata di gran lunga la peggiore tra le Borse europee. Il future su Ftse Mib ha concluso la seduta di ieri con un ribasso superiore ai 2 punti percentuali. La svolta ribassista, arrivata nel primo pomeriggio in corrispondenza con la conferenza stampa del governatore della Bce Mario Draghi, ha portato alla caduta dei supporti a 16.860 e della trendline rialzista che, nel grafico a trenta minuti, congiunge i minimi di sessione del di metà e fine maggio. Le vendite sono state arginate in area 16.500 punti ma la discesa potrebbe proseguire almeno fino al primo target disponibile a 16.430. La proiezione della rottura al ribasso di 16.860 propone in realtà obiettivi ribassisti più profondi fino a 16.220/215 punti almeno.

Scenario rialzista: Long speculativi potrebbero essere implementati da16.610 punti. Con stop sotto i 16.500 punti, il target è a 16.780 punti.

Scenario ribassista: Operatività short possibile da 16.670 punti con target a 16.500 e 16.430, successivamente 16.215. Chiusura della posizione a 16.800.

Contenuti tratti dalla newsletter Borsa in Diretta, pubblicata integralmente sul sito www.prodottidiborsa.com


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori