Ftse Mib: preoccupanti divergenze sugli ultimi massimi di periodo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Prese di beneficio protagoniste a Piazza Affari con il Ftse Mib che ha archiviato la settimana chiudendo a 21552 punti, in prossimità dei minimi di giornata, dopo aver sfiorato nell’intraday la soglia tecnica e psicologica dei 22 mila punti. L’analisi grafica, pur mostrando una serie ininterrotta di massimi e minimi crescenti (tipico di un sano uptrend), mostra evidenti segnali di rallentamento. Preoccupa in particolare la divergenza tra oscillatori e quotazioni dell’indice in corrispondenza degli ultimi massimi relativi, un elemento che spesso anticipa un’imminente inversione del trend. Discese fino a quota 21250 rientrerebbero comunque nell’ottica di normali prese di beneficio dopo la lunga corsa iniziata quasi due mesi or sono. Nel caso di ulteriori ribassi attenzione al supporto in area 20720 sotto cui le spinte ribassiste potrebbero farsi maggiormente insistenti. Al rialzo sempre valido il target a quota 22 mila la cui rottura spianerebbe la strada ad ulteriori accelerazioni verso area 22500.


Marco Berton


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori