Ftse Mib, di nuovo sotto pressione i supporti a 13.583

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Avvio di settimana decisamente poco tranquillo per l’indice Ftse Mib e in generale per tutti i mercati europei. L’Eurozona rimane appesa al tentativo del presidente greco Papoulias di formare, in extremis, un governo di unità nazionale. Lo scenario non migliorerebbe così tanto, in ogni caso. Sarebbe infatti tutta da dimostrare la tenuta del governo e la volontà di rispettare le condizioni imposte da Ue ed Fmi. Graficamente l’indice Ftse Mib si è riportato sull’area di supporto a 13.583 punti dove ha reagito nelle sedute del 7 e 9 maggio e dove è in corso un tentativo di reazione anche nella seduta odierna per quanto, finora, poco convinto. La caduta del livello statico descritto proporrebbe una prosecuzione dei ribassi in direzione di 13.315/320 punti dove risale la trendline rialzista di lunghissimo termine risalente dai minimi del 9 marzo 2009, ultimo baluardo prima dei minimi del 2011 a 13.115. Sul fronte opposto solo una stabilizzazione sopra 14.000 punti potrebbe riportare lo scenario in condizioni di neutralità. Operativamente per le posizioni short in essere stop profit a 14.142 punti. Per l’apertura di nuovi short possibile sfruttare rimbalzi fino a 13.784 punti con target 13.315 e 13.114 e stop loss su chiusure superiori a 14.065 punti.


Alessandro Piu


(14/05/2012)


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori