Fiat: sotto quota 5,30 nuovo segnale negativo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo aver tentato di imbastire una reazione nella prima settimana del mese, il titolo Fiat è tornato preda dell’Orso rimangiandosi il terreno guadagnato. L’azione del Lingotto si è così riportata nei pressi dei minimi di quota 5,30 euro, segnati a fine ottobre. La tenuta di questa soglia è importante per evitare un nuovo segnale ribassista che porterebbe Fiat verso un primo obiettivo in area 4,90/5 euro e successivamente sui minimi storici dell’aprile 2005 a 4,533. Il rischio che un tale scenario si realizzi nell’immediato verrebbe allontanato con un recupero di quota 5,84 mentre sarebbe da considerare positivamente una stabilizzazione al di sopra della media mobile di breve termine, ora transitante in area 6,15 euro. Per un segnale rialzista bisognerà invece attendere una violazione decisa di area 6,70 che offrirebbe la possibilità di allunghi in direzione di 7 euro e 7,70 successivamente.


Operatività: possibile l’apertura di posizioni short su chiusura sotto i minimi a 5,30 euro. Primo target in area 5 euro e successivamente 4,50 con stop loss a 5,80. Su tenuta del suddetto supporto possibile tentare long fino a 5,80 euro con stop stretto su chiusura sotto 5,30.


Alessandro Piu


(13/11/2008 – 15:00)


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori