Eni, sopra 22,30 nuove estensioni al rialzo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La reazione di Eni dai minimi di inizio agosto ha portato il titolo del cane a sei zampe all’attacco della resistenza di quota 22,30 euro, con un bilancio a un mese superiore ai 6 punti percentuali. Per proseguire nel movimento Eni deve ora superare con decisione il suddetto ostacolo, poco sopra il quale transita anche la media mobile di breve periodo (22,40). Una chiusura di seduta sopra 22,30 darebbe un segnale positivo nel medio periodo e sarebbe un buon viatico per i possibili obiettivi successivi individuabili a 22,82 euro e 23,45 euro. L’Rsi conferma il momento positivo del titolo, dopo il calo di oltre 20 punti percentuali tra maggio e agosto, e non si è ancora avvicinato all’area di ipercomprato. Sul versante ribassista primo supporto intermedio a 22 euro e successivamente 21,70, alla cui violazione si genererebbe un segnale di debolezza nel breve termine con possibili estensioni verso 21,15. Decisamente negativa sarebbe la rottura, confermata in chiusura di seduta, del supporto statico di lungo periodo popsizionato in area 20,88.


Operativita’: Le posizioni long in essere potranno essere chiuse su eventuali ritorni del titolo sotto 21,73 euro. Apertura di nuovi long sopra 22,30 confermato in chiusura di seduta con primo target a 22,82 e stop loss a 22 euro.


Alessandro Piu


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori