Eni: la caduta di Tripoli può segnare la svolta anche per il titolo

Inviato da Redazione il Lun, 22/08/2011 - 11:45

Il titolo Eni reagisce bene alla caduta di Tripoli nelle mani dei ribelli. Il regime del colonnello Gheddafi si è ormai disfatto e rimane da risolvere solo il giallo della fine del rais libico. Il ministro degli Esteri Frattini ha manifestato ottimismo sulla presenza di Eni nella nuova Libia che sta nascendo. A Piazza Affari l’azione del colosso petrolifero sale del 5,21% sopra i 13 euro. Graficamente per avere un segnale ufficiale di svolta rialzista delle quotazioni bisognerà attendere una rottura, sostenuta da incremento dei volumi, di area 13,46/36 euro. Qui si trovano la media mobile a 14 giorni e il 38,2% di ritracciamento di Fibonacci della discesa effettuata tra il 22 luglio e l’11 agosto 2011. Il target al rialzo possibile sarebbe in tal caso 14,50 euro (50% di ritracciamento) con step intermedio a 13,97. Possibile tentare un anticipo dell’attacco su superamento della trendline ribassista di brevissimo termine che unisce i massimi relativi dell’8 agosto a 13,83 euro e che è stata messa sotto pressione oggi a 13,17. Posizionare ordini in acquisto a 13,31 con target a 14 e 14,50 euro e uno stop loss su caduta al di sotto di quota 13.

Alessandro Piu

(22/08/2011)

Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!

COMMENTA LA NOTIZIA