ENI: da monitorare il supporto statico a 22,10 euro

Inviato da Redazione il Gio, 10/11/2005 - 10:51

Seduta dall'intonazione ribassista questa mattina a Piazza Affari per ENI attualmente in flessione di circa un punto percentuale e mezzo in area 22,35 euro. Il titolo del colosso petrolifero sembra essere incapace di riportarsi al di sopra del livello statico posto in area 22,75-22,80 euro, la cui rottura al ribasso avvenuta il 10 ottobre scorso aveva favorito l'inversione dell’outlook sul titolo. Il movimento rialzista delle ultime settimane potrebbe essere interpretato quindi come un semplice pull-back su tale livello, ora resistenza statica. Si noti peraltro come alle attuali quotazioni ENI avrebbe rotto il canale di breve che ha sostenuto il rialzo dai minimi del 21 ottobre. Al ribasso monitoriamo ora il supporto in area 22,10 euro, la cui rottura confermata in close da rialzo volumetrico favorirebbe ulteriori estensioni ribassiste con successivi target in area 21,6 e successivamente verso i minimi sopra citati in area 21,10 euro.
Al rialzo solo il superamento di quota 22,8 euro favorirebbe una rapida accelerazione verso quota  23,2 e successivamente verso area 23,6 euro, dove verrebbe colmato il down gap aperto dalla seduta del 5 ottobre scorso.

Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!

COMMENTA LA NOTIZIA