Enel, scossa long al titolo dopo la violazione delle resistenze poste a 3,06 euro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Secondo giornata consecutiva all’insegna del rialzo per Enel, agevolata in tal senso dalla generale intonazione positiva che caratterizza le principali Borse valori del Vecchio Continente. Le azioni dell’ex monopolista hanno generato ieri un segnale d’acquisto con l’accelerazione oltre le resistenze statiche poste a 3,06 euro. Il livello in questione aveva rappresentato un coriaceo tappo alle velleità rialziste del titolo dallo scorso 17 febbraio. Da allora e fino al 29 febbraio le azioni sono state rimaste chiuse all’interno del trading range compreso tra i minimi a 2,99 euro e appunto le resistenze poste a 3,06 euro. La sostanziale tenuta dei supporti statici posti a 3 euro è stata inoltre alquanto significativa per il titolo, in grado di resistere alla pressione dei venditori e di mantenersi sopra i minimi lasciati in eredità dalla seduta dello scorso 23 gennaio. Il cedimento di tale soglia avrebbe infatti portato alla prosecuzione dei ribassi intrapresi dai massimi del 15 febbraio con un probabile ritorno in area 2,80 euro, parte bassa dell’ampio rettangolo all’interno del quale Enel scambia da inizio agosto 2011. Oltre a questo elemento grafico, la seduta di ieri ha consentito ai corsi dell’azione di mettere a segno un altro segnale tecnico di stampo rialzista: l’allungo ha infatti consentito al titolo di incrociare positivamente sul daily chart dal basso verso l’alto le medie mobili di breve e medio termine. Partendo da questi presupposti e considerando che a questo punto il target più immediato appare il test delle resistenze dinamiche espresse dalla trendline discendente tracciata con i massimi del 7 dicembre e del 3 gennaio attualmente transitante in area 3,20 euro, eventuali strategie long possono essere implementate a 3,07 euro. Con stop posto a 2,95 euro, il primo target è appunto a 3,18 euro. Il secondo obiettivo grafico, che prevede la violazione delle sopracitate resistenze dinamiche già una prima volta ma solo per pochi giorni bypassate al rialzo l’8 febbraio, è invece collocato in prossimità dei massimi di periodo registrati tra il 9 e il 15 febbraio in area 3,33 euro. Per chi volesse scommettere su Enel con maggiore convinzione è infine possibile individuare un ulteriore obiettivo di chiusura della strategia long in prossimità delle resistenze statiche presenti a 3,60 euro.


Riccardo Designori


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori