Per Enel possibile il test della media mobile di medio termine

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Partenza al ribasso nella nuova ottava per il titolo Enel che, dopo un picco al ribasso fino al supporto intermedio a 4,107, ha risalito la china e ora cerca di limitare le perdite a poco più di mezzo punto percentuale in area 4,16 euro. Il quadro grafico per l’azione della multiutility si è indebolito, settimana scorsa, con la rottura al ribasso del supporto, statico e dinamico, di area 4,25 euro. Il segnale negativo dato al mercato propone ora un obiettivo al ribasso nei pressi della media mobile di medio periodo, attualmente transitante a 4,05 euro e successivamente nell’importante supporto a quota 4, la cui rottura segnalerebbe il deterioramento dello scenario anche nel medio periodo. Solo con uno stabile recupero di quota 4,25 euro, confermato in chiusura di seduta, Enel potrebbe annullare il segnale dato settimana scorsa e tentare allunghi in direzione dei massimi relativi in area 4,35 euro. Prima che ciò avvenga rimane tuttavia da riguadagnare il livello intermedio a 4,187 e da chiudere il gap ribassista aperto venerdì a 4,24 euro.


Operatività: Per le posizioni short, prossimo obiettivo in area 4,05 euro. Nuovi short su chiusure decise sotto quota 4. Prendere parziale beneficio su tenuta del supporto. Posizionare stop profit per le posizioni short in essere a 4,24.


Alessandro Piu


(5/10/2009 – 10:15)


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori