Buzzi, costruito un altro segnale long

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo la brillante performance di ieri, anche oggi Buzzi parte in quarta. I rialzi delle ultime sedute hanno dato alle azioni del gruppo cementifero la possibilità di generare un deciso segnale rialzista il cui completamento avrebbe dei risvolti favorevoli per le quotazioni borsistiche del gruppo nel medio/lungo periodo. In particolar modo le azioni hanno rotto al rialzo ieri la trendline di brevissimo periodo ottenuta con i massimi del 22 novembre e 3 dicembre. Contestualmente sono state violate le resistenze statiche a 7,88 euro. Questa mattina invece il titolo ha incrociato dal basso verso l’alto la media mobile a 55 sedute che ieri aveva fatto da tappo al movimento ascendente. A questo punto non resistano più ostacoli fino alla prossima soglia di resistenza collocata in prossimità di 8,70 euro, top di agosto e area di resistenza dei massimi di periodo fatti segnare ad inizio novembre. Se poi il titolo dovesse spingersi oltre i 9,15 euro, a livello grafico si completerebbe una classica figura di inversione del trend antecedente denominata doppio minimo: in questo caso considerando che gli ultimi mesi di andamento borsistico sono stati caratterizzati da un costante ribasso si avrebbe un segnale che conferma la possibilità di intraprendere un rialzo di medio periodo.  Chi volesse sfruttare queste indicazioni nei prossimi giorni può collocare i propri ordini di acquisto in caso di ritracciamento a 7,85/7,86 euro, ossia al completamento del pull back della trendline di breve menzionata ad inizio analisi. In tal caso lo stop si avrebbe con un ritorno dell’azione sotto i 7,55 euro, mentre i target sono posizionati inizialmente a 8,39 euro e successivamente a 8,70 euro.


Riccardo Designori


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori