Banca Ubi, le carte sono in regola per puntare a 7,65 euro

Inviato da Redazione il Gio, 02/09/2010 - 10:08

Chiuso nelle prime battute della seduta odierna il piccolo gap down aperto a cavallo delle sedute del 23 e del 24 agosto, Ubi banca ha sistemato l’ultimo tassello necessario a compiere una sana risalita. I ribassi attuali non devono dunque preoccupare: si tratta di naturali prese di beneficio dopo i corposi rialzi di ieri e di alleggerimenti nelle vicinanze delle resistenze di area 7,30 euro. Guardando al medio termine tuttavia le correzioni possono rappresentare delle ottime possibilità per implementare strategie long. Nella seduta del primo settembre il titolo ha infatti violato al rialzo la trend line che ne guidava i corsi dal 6 agosto. La trend è stata ottenuta unendo i top della prima ottava dello scorso mese a 8,445 euro e quello del 27 agosto a 7,25 euro. Sempre ieri le azioni hanno incrociato al rialzo sia la media mobile a 14 periodi che quella a 55 sedute sul grafico orario. A questo punto la strategia buy prevede acquisti in caso di ritracciamento in prossimità di 7,10 euro. Chi volesse peraltro essere più cauto e aspettare direttamente il pull back più profondo della trend line precedentemente menzionata potrebbe invece entrare esattamente a 7 euro. In entrambi i casi lo stop va posizionato sotto l’importante minimo di 6,835 euro. Il target invece è posizionato a livello delle resistenze di 7,65 euro, abbandonate lo scorso 19 agosto.

Riccardo Designori

Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!

COMMENTA LA NOTIZIA