Banca Intesa: nuovi spunti rialzisti su rottura di quota 2,25 euro

Inviato da Redazione il Mer, 26/03/2003 - 11:27
Seduta negativa questa mattina per Banca Intesa attualmente scambiata a 2.2150 euro, -1,34%, dopo aver toccato in mattinata un massimo intraday a 2.26 euro. Il titolo nel corso delle ultime settimane è stato più volte respinto dalla resistenza statica in area 2.25 euro. L'eventuale superamento di tale resistenza confermato in close da rialzo volumetrico aprirebbe la strada verso i massimi relativi di inizio gennaio a quota 2.31 euro: oltre tali livelli possibile estensione verso quota 2.40 e poi verso a 2.55 euro, sui massimi relativi di settembre 2002. Al ribasso da monitorare la trendline ribassista (linea tratteggiata rossa) tracciabile collegando i massimi relativi dalla scorsa estate: l'eventuale rottura di tale supporto dinamico (attualmente in area 2.10 euro) favorirebbe un ritracciamento verso quota 2 euro e poi eventualmente a 1.90 euro. L'analisi degli oscillatori mostra un Rsi sostanzialmente neutro. Macd long dalla seduta del 17 marzo scorso. Volumi nella media del periodo.

Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!

COMMENTA LA NOTIZIA