AEM: nuovi impulsi rialzisti su superamento della resistenza dinamica di breve

Inviato da Redazione il Ven, 28/02/2003 - 18:31
Termina con il segno meno la settimana borsistica di Aem che chiude l'ottava a 1.2750 euro, -1,16%. L'analisi grafica mostra come il titolo si confermi all'interno di una evidente fascia di congestione che rinchiude le quotazioni dallo scorso mese di dicembre, e più precisamente tra il supporto statico in area 1.24-1.25 euro e la resistenza statica a 1.42 euro. Ci attendiamo una accelerazione del movimento ed un ritorno dei volumi su rottura di una di questi due livelli. Nel breve periodo segnaliamo l'importanza del supporto statico a quota 1.24 euro, valore che più volte negli ultimi mesi ha mostrato la propria validità. Un'eventuale discesa delle quotazioni sotto tale livello aggraverebbe ulteriormente l'outlook sul titolo con probabile estensione del movimento verso i successivi supporti statici in area 1.21 e poi a 1.18 ed infine a 1.13 euro. Al rialzo, sopra area 1.30 euro, monitoriamo la trendline ribassista di breve tracciabile collegando i massimi relativi di metà gennaio con quelli di metà febbraio (linea tratteggiata blu). La rottura di tale resistenza dinamica aprirebbe la strada verso i successivi livelli statici a 1.36 euro, e poi a 1.38 ed infine a 1.42 euro, in coincidenza con la parte superiore del trading range sopra citato. Il superamento di tale resistenza statica favorirebbe un'accelerazione del movimento con primo target rialzista a quota 1.50 euro, sui massimi relativi di giugno-luglio 2002. L'analisi degli oscillatori mostra un Rsi ed un Macd sostanzialmente neutri. Volumi decisamente contenuti, a dimostrazione del fatto che molti operatori preferiscono attendere segnali più precisi prima di rientrare sul titolo.

Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!

COMMENTA LA NOTIZIA