A2A cerca di mettere pressione alla resistenza di quota 2,45 euro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il titolo della utility lombarda è impegnato nel tentativo di superare la doppia e importante resistenza di area 2,45 euro, quella statica risalente ai minimi di gennaio, poi violati al ribasso a meta marzo, e dinamica, con la trendline discendente dai massimi di inizio gennaio. Il segnale che nascerebbe in caso di un successo accompagnato da volumi forti, sarebbe positivo con estensioni del rialzo in direzione di 2,78 euro (step intermedio a 2,71). La conferma di una inversione del trend di medio periodo si avrebbe tuttavia solo oltre quest’ultima soglia. Viceversa un insuccesso metterebbe in difficoltà il tentativo di rimbalzo, con primo supporto a 2,35 alla cui violazione ci si possono attendere estensioni verso 2,30 e 2,20 euro. Tale ultimo livello, se violato, sancirebbe la continuazione del trend ribassista.


 


Operatività: nuove posizioni long possono essere aperte su violazione confermata in chiusura di seduta di quota 2,45 euro con target a 2,78 e stop loss posizionabile a 2,35.


 


Alessandro Piu


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eutostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori