PRELIOS e il nuovo ADC - II - Pagina 4
Spread su a 175 punti base. Ma Draghi precisa: “compito Bce non è difendere tassi bond periferici”
Il numero uno della Banca centrale europea in audizione alla Commissione sugli Affari economici e monetari.
Regno Unito: l?uscita dall?UE si complica. La scure di Moody’s si abbatte sul rating
Né il FTSE100, che con un -0,3% a 7.289,02 punti si muove sostanzialmente in linea con gli altri benchmark europei, né la sterlina, che nel cambio con il dollaro passa …
Borsa Milano debole dopo elezioni Germania, fiammata di Fincantieri. I titoli Buy & Sell
Tra i titoli da monitorare nella sessione odierna, occhio a FCA, Ubi Banca, Luxottica, Exor, Bper.
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #31

    Data Registrazione
    May 2002
    Messaggi
    61
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    8 Post(s)
    Potenza rep
    429512
    Citazione Originariamente Scritto da Fedone Visualizza Messaggio
    Ho trovato il gregge...sta su waste veniteeee
    mi allungheresti il link?

  2. #32
    L'avatar di niandra21
    Data Registrazione
    Nov 2002
    Messaggi
    3,212
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    24 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    A che ora escono i risultati?

  3. #33
    L'avatar di niandra21
    Data Registrazione
    Nov 2002
    Messaggi
    3,212
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    24 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Ma qui' nessuno scrive piu' nulla?

  4. #34
    L'avatar di shark2007
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    44,346
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    3636 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da niandra21 Visualizza Messaggio
    A che ora escono i risultati?
    Sul sito web non compare ancora nulla...

  5. #35
    L'avatar di niandra21
    Data Registrazione
    Nov 2002
    Messaggi
    3,212
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    24 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da shark2007 Visualizza Messaggio
    Sul sito web non compare ancora nulla...

    attendiamo fiduciosi

  6. #36
    L'avatar di shark2007
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    44,346
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    3636 Post(s)
    Potenza rep
    0

    Titoli immobiliari italiani... what else...?


  7. #37
    L'avatar di shark2007
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    44,346
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    3636 Post(s)
    Potenza rep
    0

    Prelio - Bilancio 2015

    CS Prelios - CdA FY2015

    IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO[1] 2015



    CONFERMATI GLI OBIETTIVI DEL PIANO INDUSTRIALE PER GLI ANNI 2016 - 2017
    RISULTATI 2015 IN LINEA CON GLI OBIETTIVI COMUNICATI AL MERCATO

    NONOSTANTE UNA LIEVE FLESSIONE DEI RICAVI

    RICAVI DELLA PIATTAFORMA DI servizi[2] 70,1 €/MLN (71,7 €/MLN NEL 2014)
    EBIT DELLA PIATTAFORMA DI SERVIZI[3] 7,3 €/MLN (12,5 €/MLN NEL 2014)
    RISULTATO NETTO DI GRUPPO -44,5 €/MLN (-61,1 €/MLN NEL 2014) RICONDUCIBILE PRINCIPALMENTE AL RISULTATO (-8,9 €/MLN) E A POSTE STRAORDINARIE (-20,1 €/MLN) DEL PORTAFOGLIO INVESTIMENTI APPORTATO IN FOCUS INVESTMENTS
    POSIZIONE FINANZIARIA NETTA PASSIVA PER 184,9 €/MLN (-187,6 €/MLN AL 31 Dicembre 2014)


    CON LA CONCLUSIONE DELL’OPERAZIONE DI SPIN OFF INVESTIMENTI E DELL'AUMENTO DI CAPITALE SI E' FINALIZZATO IL PROCESSO
    DI RIPOSIZIONAMENTO IN PURE MANAGEMENT COMPANY

    RIDOTTO IL DEBITO BANCARIO CORPORATE[4] DA 258,5 €/MLN NEL 2014 A CIRCA 20 €/MLN
    POSIZIONE FINANZIARIA NETTA PRO FORMA POST AUCAP LIQUIDA PER +5,8 €/MLN (PASSIVA PER 187,6 €/MLN NEL 2014)

    IL CONSIGLIO RINGRAZIA PER L'OPERATO SERGIO IASI CHE ESCE E NOMINA RICCARDO SERRINI DIRETTORE GENERALE
    CONVOCAZIONE DELL’ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI



    Milano, 21 marzo 2016 – Il Consiglio di Amministrazione di Prelios S.p.A, riunitosi in data odierna, ha esaminato e approvato il Progetto di Bilancio e il Bilancio Consolidato 2015, che saranno sottoposti alla prossima Assemblea ordinaria.

    Il Consiglio di Amministrazione della Società, che aveva già in precedenza preso atto dei risultati finali del recente aumento di capitale, ha inoltre apprezzato la positiva conclusione del processo di riposizionamento in pure management company avvenuto attraverso l'operazione di spin off degli attivi immobiliari nel nuovo veicolo Focus Investments, la ristrutturazione del debito e l'Aumento di Capitale in opzione sottoscritto dal mercato per il 92% circa e, per la parte residuale, mediante conversione di crediti finanziari, da Intesa Sanpaolo.

    La Società rende noto che in data odierna il Dottor Sergio Iasi, Amministratore Delegato di Prelios S.p.A., ha rassegnato le dimissioni avendo raggiunto gli obiettivi prefissati, da ultimo il successo dell'Aumento di Capitale. Iasi è stato alla guida della società dal 2013 e ha portato a compimento con successo il processo di riposizionamento di Prelios in pure management company. Il Consiglio di Amministrazione e gli azionisti ringraziano il manager per l'operato. Allo scopo di garantire la continuità gestionale e in considerazione del nuovo assetto raggiunto, strumentale al processo di crescita futuro della società per la creazione di un polo di asset management europeo, il Consiglio istituisce la Direzione Generale – senza nominare, allo stato, un nuovo Amministratore Delegato – e affida il mandato con tutte le deleghe operative al Dottor Riccardo Serrini, che manterrà il suo incarico di Amministratore delegato in Prelios Credit Servicing, la piattaforma del Gruppo specializzata nei Non Performing Loan e, in coordinamento con il management team delle singole divisioni di business, si occuperà dello sviluppo e focalizzazione delle attività di asset management e servizi.

    Già AD e CIO di Prelios SGR, manager con oltre 20 anni di esperienza, di cui 15 nella finanza immobiliare, Riccardo Serrini ha originato, strutturato, distribuito e gestito più di 12 miliardi di euro operazioni di equity, quasi equity e debito, cartolarizzazioni patrimoniali (CMBS/RMBS) e acquisizioni di NPL.



    L'ANDAMENTO DELLA GESTIONE DEL GRUPPO AL 31 DICEMBRE 2015

    Il Gruppo ha registrato ricavi consolidati pari a 70,9 milioni di euro rispetto a 72,1 milioni di euro al 31 dicembre 2014. In particolare, i ricavi della piattaforma dei servizi[5], estera e italiana, sono pari a 70,1 milioni di euro in lieve flessione rispetto ai 71,7 milioni di euro del 2014 e leggermente inferiori rispetto agli obiettivi comunicati al mercato.

    L’EBIT[6] è negativo per 9,7 milioni di euro, mentre a fine 2014 era pari a 15,0 milioni di euro, e risulta così composto:

    le attività della piattaforma dei servizi[7] registrano un EBIT positivo per 7,3 milioni di euro (12,5 milioni di euro al 31 dicembre 2014) in linea con i target comunicati al mercato.
    le attività di investimento[8], ossia l’EBIT generato da Prelios attraverso le proprie partecipazioni in fondi e società, risulta negativo per 8,9 milioni di euro (+14,4 milioni di euro nel 2014, dato che includeva una significativa plusvalenza da cessione di un’area sita in Polonia).
    Il risultato netto di competenza del Gruppo è negativo per 44,5 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai -61,1 milioni di euro registrati nel 2014. Il miglioramento del risultato netto rispetto all'anno scorso è stato determinato, tra l’altro, dalla minore incidenza della svalutazione degli immobili.


    Le cessioni di immobili[9] nel corso del 2015 sono state pari a 549,2 milioni di euro (141,3 milioni di euro pro quota) a fronte di 877,7 milioni di euro al 31 dicembre 2014.

    La posizione finanziaria netta[10] al 31 dicembre 2015 risulta passiva per -184,9 milioni di euro (-187,6 milioni di euro a dicembre 2014) in linea con l'andamento del livello di cassa di Gruppo.

    Il patrimonio netto consolidato è pari a 66,0 milioni di euro (107,3 milioni di euro al 31 dicembre 2014) e il patrimonio netto di competenza è pari a 63,2 milioni di euro (104,8 milioni di euro a fine 2014).



    Effetti dell'operazione straordinaria e conclusione del processo di riposizionamento in Pure Management Company

    Nei primi mesi del 2016 la Società ha completato con successo l'operazione straordinaria che ha visto perfezionare lo spin off della componente investimenti, la ristrutturazione del debito e l'Aumento di Capitale in opzione al mercato da 66,5 milioni di euro sottoscritto per il 92% circa da parte del mercato e la parte residuale mediante conversione di crediti finanziari da parte di Intesa Sanpaolo. Per effetto dell’operazione, in base ai dati proformati:

    il debito bancario corporate[11] in capo a Prelios è stato ridotto di 238,5 milioni di euro e risulta pari a 20,1 milioni di euro conseguente alla totale liberazione di Prelios dalla responsabilità solidale relativa al debito conferito in Focus Investments e alla finalizzazione dell’Aumento di Capitale in opzione;
    in relazione al debito residuo di 20,1 milioni di euro in capo a Prelios, sono state definite nuove condizioni integrate nel contratto di finanziamento originario e nell’Accordo di Rimodulazione del debito con le Banche Finanziatrici[12], che tra l'altro portano la scadenza oltre il piano industriale;
    il patrimonio netto consolidato a valle dell’Aumento di Capitale in opzione si attesta a circa 123 milioni di euro;

    la posizione finanziaria netta migliora di 190,7 milioni di euro, rispetto a -184,9 milioni di euro di fine dicembre 2015, attestandosi ad un valore positivo di 5,8 milioni di euro.



    ANDAMENTO ECONOMICO DELLE DIVISIONI DI BUSINESS AL 31 DICEMBRE 2015[13]

    ITALIA

    I ricavi della Piattaforma dei Servizi italiana al 31 dicembre 2015 risultano pari a 57,4 milioni di euro (56,3 milioni di euro al 31 dicembre 2014). L'Ebit della piattaforma dei servizi in Italia è positivo per 4,5 milioni di euro al 31 dicembre 2015, in flessione rispetto ai 9,5 milioni di euro registrati nel 2014.

    In particolare, per quanto riguarda le performance e le prospettive delle singole società della piattaforma dei servizi domestica, si segnala che:

    Prelios SGR (Fund management) ha consuntivato ricavi pari a 16,7 milioni di euro (20,5 milioni di euro nel 2014) e un Ebit positivo per 3,6 milioni di euro (7,3 milioni di euro al 31 dicembre 2014).

    La riduzione nei ricavi è da attribuirsi sia all'uscita dalla gestione del fondo quotato Olinda Fondo Shops, il cui processo di liquidazione si è concluso nel primo semestre dell'anno, sia alla riduzione delle commissioni di gestione del Fondo Tecla, per il quale è stata esercitata la proroga. Prelios SGR al 31 dicembre 2015 ha un patrimonio gestito pari a circa 3,8 miliardi di euro.

    In merito all’attività di sviluppo di nuove iniziative, Prelios SGR ha costituito nel periodo di riferimento il nuovo fondo ad apporto denominato Aurora ed un nuovo fondo a raccolta denominato Weybridge. Inoltre, ha istituito tre nuovi fondi di cui due dedicati al social housing la cui operatività inizierà nei primi mesi del 2016. L’attività di sviluppo di Prelios SGR è poi proseguita con il subentro nei mandati di gestione di due fondi immobiliari, portando a 6 unità le nuove iniziative in gestione. Sono, inoltre, proseguite le attività di incremento delle masse attraverso i fondi già in gestione con l’acquisizione e l’apporto di nuovi immobili, nonché la prosecuzione di progetti di sviluppo immobiliare.

    Prelios Credit Servicing, società del Gruppo che opera nel settore della gestione dei crediti in sofferenza con un gross book value (GBV) in gestione di 9,5 miliardi di euro al 31 dicembre 2015, ha realizzato ricavi nello stesso periodo pari a 9,5 milioni di euro (7,7 milioni di euro a dicembre 2014). L’Ebit risulta negativo per 0,7 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai -1,4 milioni di euro al 31 dicembre 2014. Sulla performance dei ricavi hanno contribuito positivamente le commissioni derivanti da ICR8.

    Prelios Integra ha realizzato ricavi per 20,9 milioni di euro, in aumento rispetto ai 19,1 milioni di euro del 2014. L'incremento è principalmente riconducibile ai migliori risultati conseguiti dall’attività di general building contract riferita al remodelling delle filiali di Unicredit e per l’attività di due diligence ed urban planning (Unicredit Leasing, Aeroporti di Roma, Abaco Servizi, Unipol, CDP SGR). L’Ebit registrato è positivo per 1,4 milioni di euro, in riduzione rispetto ai 2,5 milioni di euro del 2014, flessione parzialmente attribuibile ai maggiori costi sostenuti per incarichi professionali legati al subappalto del servizio di regolarizzazione catastale, ai costi per servizi sottostanti l’attività di general building contract ed urban planning, nonché ai costi sostenuti per consulenze legali.

    Prelios Agency ha registrato ricavi per 3,6 milioni di euro (5,0 milioni di euro nel 2014) ed un EBIT negativo per 0,9 milioni di euro (positivo per 0,8 milioni di euro al 31 dicembre 2014). Nel corso dell'esercizio la Società ha acquisito nuovi mandati e rinnovato accordi di commercializzazione per circa 478 milioni di euro, nonché nuovi importanti incarichi per la locazione pari circa 9 milioni di euro. Nel corso dell'anno, poi, è stato stipulato un contratto annuale con Telecom Italia S.p.A. avente come oggetto le attività di rinegoziazione dei canoni di locazione per immobili industriali e promiscui, nonché mandati di vendita relativi a portafogli Office, Retail e Residenziale da primari operatori, tra i quali Finanziaria Internazionale SGR, CDP Investimenti SGR, UnipolSai Real Estate, Unicredit, BNP Paribas Reim SGR.

    Prelios Valuations è la società del Gruppo che opera nel settore delle valutazioni di singoli immobili e patrimoni immobiliari ad uso terziario e residenziale, specializzato nei servizi valutativi per le banche. Nel 2015 ha registrato ricavi per 6,7 milioni di euro (4,0 milioni di euro al 31 dicembre 2014) e un Ebit positivo per 1,1 milioni di euro (positivo per 0,3 milioni di euro nel 2014). L'incremento nel primo indicatore è dovuto principalmente ai maggiori ricavi da loan services e non si riflette totalmente sul risultato a causa di un differente mix di marginalità.



    GERMANIA
    I ricavi della piattaforma di gestione tedesca registrati al 31 dicembre 2015 sono pari a 12,3 milioni di euro (15,1 milioni di euro a dicembre 2014). Il decremento è dovuto principalmente alla perdita di alcuni mandati terzi giunti a scadenza a fine 2014, che ad oggi non sono stati pienamente compensati dall´acquisizione di nuovo business. L’Ebit della piattaforma di gestione tedesca al 31 dicembre 2015 è positivo per 3,2 milioni di euro (3,3 milioni di euro nel 2014).



    POLONIA
    I ricavi della piattaforma di gestione polacca al 31 dicembre 2015 sono pari a 0,3 milioni di euro (al pari del 31 dicembre 2014). L’Ebit della piattaforma di gestione polacca è negativo per 0,3 milioni di euro, in leggero miglioramento rispetto ai -0,4 milioni di euro al 31 dicembre 2014. Nel terzo trimestre dell'anno, è stata creata e avviata Prelios Real Estate Advisory - REA, la società interamente dedicata alla consulenza sul mercato polacco che si affianca alle attività di business storicamente presenti sul territorio. La società punta ad aggregare la domanda degli investitori sul mercato locale di servizi di advisory nel property investment, asset management e brokerage.



    LA CAPOGRUPPO PRELIOS S.P.A. AL 31 DICEMBRE 2015

    Al 31 dicembre 2015, Prelios S.p.A. ha registrato una perdita netta pari a 29,6 milioni di euro, a fronte di una perdita netta di 74,1 milioni di euro dell’anno precedente.

    I ricavi operativi ammontano a 12,4 milioni di euro, a fronte di 14,5 milioni di euro del precedente esercizio e si riferiscono prevalentemente ai servizi di staff svolti centralmente dalla capogruppo a favore delle società controllate, nonché al recupero di costi vari (in particolare recuperi di costi delle sedi), utilizzo del marchio e fee di asset management; includono inoltre il rilascio di alcuni accantonamenti effettuati negli anni precedenti. Nel 2014 includevano, per 2,5 milioni di euro, il provento rilevato verso la controllata Edilnord Gestioni S.r.l. (in liquidazione) a seguito della chiusura in via transattiva dei contenziosi legati a commesse gestite in passato per conto di Inpdap.

    Il risultato operativo comprensivo del risultato da partecipazioni è negativo per 33,0 milioni di euro rispetto ad un valore negativo per 67,6 milioni di euro del 2014. Il miglioramento è principalmente riconducibile alla riduzione delle perdite nette di valore sulle partecipazioni, che (al netto delle valutazioni incluse nella voce “Risultato derivante da attività destinate ad essere cedute”) passano dai 64,9 milioni di euro registrati nel 2014 ai 30,4 milioni di euro del 2015. Un altro effetto positivo è dato dal miglioramento del risultato operativo (negativo per 9,1 milioni di euro al 31 dicembre 2015 a fronte di un valore negativo per 18,2 milioni di euro nel 2014), che tiene tra l’altro conto dei dividendi ricevuti, che ammontano nel 2015 a 6,5 milioni di euro a fronte di 15,9 milioni di euro nell’anno precedente.

    La gestione finanziaria, al netto dei proventi finanziari inclusi nel “Risultato derivante da attività destinate ad essere cedute”, risulta negativa per 0,7 milioni di euro, rispetto ad un valore negativo per 16,7 milioni di euro del precedente esercizio. I proventi finanziari includono al 31 dicembre 2015 il provento realizzato a fronte dell’estinzione anticipata, tramite pagamento di un importo forfettario inferiore al valore nominale, del debito finanziario verso UBI Banca, sia con riferimento al finanziamento Senior sia al finanziamento Super Senior. Nel 2014 la voce aveva invece subìto l’effetto negativo dell’adeguamento del valore dei titoli junior per 6,3 milioni di euro. La variazione residua è riconducibile alla riduzione degli oneri figurativi rilevati sui finanziamenti Senior e Super Senior, nonché ad un effetto positivo nei delta cambi sui finanziamenti in valuta polacca.

    Il risultato derivante da attività/passività destinate ad essere cedute si riferisce, come per l’anno precedente, ai proventi e agli oneri derivanti da attività e passività oggetto di “discontinued operations”, quale si configura, in conformità ai principi contabili internazionali (IFRS 5), la cessione a terzi delle quote delle società immobiliari proprietarie del portafoglio residenziale tedesco DGAG (Deutsche Grundvermögen GmbH). Tale risultato al 31 dicembre 2015 è positivo per 4,3 milioni di euro e include l’adeguamento di valore della partecipazione detenuta in Solaia RE S.à.r.l. e dei finanziamenti erogati per conto della controllata Prelios Netherland B.V. nei confronti delle società cui faceva capo l’investimento nel portafoglio DGAG. Nel 2014 il risultato, positivo per 9,6 milioni di euro, accoglieva inoltre la plusvalenza, pari a 1,2 milioni di euro, realizzata dalla cessione delle quote minoritarie detenute direttamente da Prelios S.p.A. nelle società tedesche facenti parte del Gruppo DGAG.



    EVENTI SUCCESSIVI

    In data 21 marzo la Società ha istituito la funzione di Direzione Generale affidando l'incarico con tutte le deleghe operative già in capo all’AD al Dottor Riccardo Serrini, che si occuperà della gestione e in particolare dello sviluppo del business e della focalizzazione delle attività nel settore Servizi in coordinamento con i manager delle divisioni di business. Contestualmente il Consiglio di Amministrazione ha approvato il Budget 2016 che nel contesto del Piano Industriale 2015-2017 conferma la focalizzazione dell’attività del Gruppo Prelios nel settore Servizi (asset e fund management, property & project management, agency, valuations e credit servicing) e l’entrata a regime del nuovo modello di business “market oriented”, che richiede nuove competenze e know-how, per la realizzazione della strategia di progressiva riduzione dell’attività captive e crescita del fatturato da clienti terzi. In coerenza con il Piano Industriale 2015-2017, il Budget 2016 si pone in particolare i seguenti principali obiettivi di breve termine:

    stabilizzazione e crescita dei ricavi della piattaforma di servizi, miglioramento dei margini per alcune società del Gruppo e attuazione delle linee guida definite dalle singole società operative;
    implementazione a regime del mandato DoBank (già UCCMB);
    sviluppo di nuovi progetti strategici per il Gruppo, con particolare focus sui mercati del risparmio gestito (Prelios Europe): Prelios, in linea con gli attuali trend del mercato e tenuto conto della normativa relativa alla gestione del risparmio (c.d. «AIFMD»), ha l’obiettivo di attrarre primari investitori internazionali con strumenti alternativi ai fondi immobiliari;
    trasformazione della missione della piattaforma tedesca da società operativa locale eredità di passati co-investimenti a secondo «hub» del Gruppo Prelios (oltre all’Italia), con responsabilità di sviluppo del business nell’Europa Centrale e Settentrionale;
    lancio di nuovi veicoli di investimento indiretto («Project SIIQ»): sfruttando i recenti cambiamenti normativi e con l’obiettivo di attrarre nuovi capitali esteri su mercati regolamentati Italiani, Prelios vorrebbe promuovere il lancio di una società per azioni sotto forma di SIIQ, Società di Investimento Immobiliare Quotata non partecipata dal Gruppo;
    continuo focus sulla razionalizzazione dei costi fissi;
    il Budget 2016 conferma i target comunicati al mercato nell’ambito del Piano Industriale 2015-2017 approvato dal Consiglio di Amministrazione dello scorso 6 agosto.


    EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

    Anche in considerazione del già citato evolversi migliorativo del mercato di riferimento, Prelios ha individuato e sta attuando, a livello delle singole Business Unit del gruppo, una serie di interventi ed iniziative in attuazione del Budget 2016 approvato dal Consiglio di Amministrazione del 21 marzo 2016 e del Piano Industriale 2015-2017 approvato dal Consiglio di Amministrazione dello scorso 6 agosto.

    Dal punto di vista gestionale, il 2016 - che ha visto nel primo trimestre il completamento della nota operazione straordinaria denominata Centauro - sarà dedicato al rilancio di Prelios quale polo europeo di riferimento nel settore dei servizi immobiliari e finanziari.

    La Società, come già descritto nel paragrafo dedicato agli “eventi successivi”, ha approvato il Budget 2016 che conferma i seguenti target economici già comunicati al mercato con il Piano Industriale 2015-2017:

    Fatturato della Piattaforma Servizi: tra 100 e 105 milioni di euro;
    EBIT della Piattaforma Servizi, al lordo di G&A, positivo tra 10 e 12 milioni di euro.
    Si confermano anche i target economici per l'anno 2017 sia in termini di fatturato ed EBIT che in termini di razionalizzazione dei costi centrali.
    In conclusione, anche a seguito dell’Operazione Straordinaria di spin off e rafforzamento patrimoniale appena conclusa e dalle risultanze del Budget 2016 e del Piano Industriale 2015-2017, gli Amministratori di Prelios ritengono ragionevole l’assunzione che il Gruppo possa continuare ad operare in continuità.



    Informazioni in merito alla cessazione dei rapporti con Sergio Iasi

    Le attribuzioni in favore del Dottor Sergio Iasi, a fronte dell'anticipata cessazione della carica, in coerenza e conformità con quanto indicato nella Politica di Remunerazione adottata dalla Società e su parere favorevole del Comitato per le Remunerazioni (nella sua veste di Comitato per le operazioni con parti correlate), ammontano complessivamente a 1.560.000 €, pari alla somma del compenso fisso e variabile che sarebbe maturato fino a fine mandato, che verranno corrisposti entro il 30 marzo 2016, cui si aggiungeranno 40.000 € a titolo transattivo. A decorrere dalla medesima data verranno inoltre liquidati in quattro rate trimestrali 400.000 € a titolo di indennità per patto di non concorrenza della durata di 12 mesi.



    ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI 2016

    Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di convocare l’Assemblea degli azionisti per l’approvazione del Bilancio 2015 conferendo delega al Presidente per l’individuazione di giorno, orario e luogo della riunione che si terrà in unica convocazione, in aggiornamento rispetto alla data del 29 aprile 2016 precedentemente comunicata al mercato.

    L’Assemblea sarà chiamata a deliberare, in sede ordinaria, in merito a:

    Bilancio al 31 dicembre 2015. Deliberazioni inerenti e conseguenti;
    Nomina di un Amministratore e/o riduzione del numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione. Deliberazioni inerenti e conseguenti;
    Nomina del Collegio Sindacale:
    nomina dei Sindaci effettivi e supplenti;
    nomina del Presidente;
    determinazione dei compensi dei componenti il Collegio Sindacale.
    Relazione sulla Remunerazione: consultazione sulla Politica in materia di Remunerazione.


    [1] Si evidenzia che il bilancio consolidato – dal punto di vista industriale – fornisce una migliore rappresentazione del Gruppo nel suo complesso, essendo quest’ultimo costituito da una molteplicità di società partecipate da Prelios.

    [2] Al netto delle spese di gestione e amministrazione (G&A).

    [3] Per EBIT della piattaforma di gestione si intende quanto generato dalla Società attraverso le attività di fund management, di servizi immobiliari specialistici (Integra, Agency e Valuations) e di servizi connessi alla gestione dei NPL (Credit Servicing), al netto delle spese generali e amministrative (G&A), per -8,1 milioni di euro (-11,8 milioni di euro al 31 dicembre 2014). Al lordo dei costi di G&A (Holding) il valore al 31 dicembre 2015 è negativo di 0,8 milioni di euro (+0,6 milioni di euro nel 2014).

    [4] Valore del debito nominale.

    [5] Al netto dei costi di gestione e amministrazione (G&A)

    [6] Valore composto dal risultato operativo a cui si aggiunge il risultato da partecipazioni ed il valore dei proventi da finanziamento soci, rettificati degli oneri di ristrutturazione e delle svalutazioni/rivalutazioni immobiliari. Il valore non considera la perdita da valutazione del portafoglio NPL (pari a 1,9 milioni di euro nel 2015 e a 6,3 milioni di euro nel 2014).

    [7] Al netto dei costi di gestione e amministrazione (G&A).

    [8] Il valore non considera la perdita da valutazione portafoglio NPL pari a 1,9 milioni di euro al 31 dicembre 2015 e a 6,3 milioni di euro al 31 dicembre 2014.

    [9] Il valore è determinato sommando alle vendite di immobili realizzate dalle società consolidate, le vendite al 100% di immobili delle società collegate, joint venture e fondi in cui il Gruppo partecipa al 31 dicembre 2015 con una quota di almeno il 5%.

    [10] Esclusi i crediti per finanziamenti soci.

    [11] Valore del debito nominale.

    [12] Intesa Sanpaolo S.p.A., UniCredit S.p.A., Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A., Banca Popolare di Milano Soc.Coop.a r.l., Banca Popolare di Sondrio Soc.Coop.p.A., Banca Carige S.p.A. – Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, Banca Popolare dell’Emilia Romagna Soc.Coop., con Banca IMI S.p.A. in qualità di Banca Agente.

    [13] Si ricorda che i risultati indicati in questo paragrafo (al netto degli oneri di ristrutturazione e delle svalutazioni/rivalutazioni immobiliari) sono riferibili sia al risultato delle attività di servizi che delle attività di investimento e inclusivi dei proventi da finanziamento soci, mentre non includono le relative spese generali e amministrative (G&A/holding).

    CS Prelios - CdA FY2015

  8. #38

    Data Registrazione
    Feb 2001
    Messaggi
    1,969
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    57 Post(s)
    Potenza rep
    16335191
    nonostante aucap , urendo

  9. #39

    Data Registrazione
    Feb 2016
    Messaggi
    2,242
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    978 Post(s)
    Potenza rep
    16069893
    A leggerlo tutto faccio notte... in 2 parole com'è andata??

  10. #40

    Data Registrazione
    Feb 2016
    Messaggi
    2,242
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    978 Post(s)
    Potenza rep
    16069893
    Prelios, si riduce la perdita nel 2015 | SoldiOnline.it


    Da qua per quanto ne capisco non sono andati benissimo i ricavi (anche se sono solo in lieve discesa) ma la perdita netta è scesa ed è migliorato il debito, il che mi sembra buono.

Accedi