Hera marzo per il resto chi lo sā .... Hera aprile, Hera maggio ..... ollallā! - Pagina 4
Azionario: occhio a ottobre, il mese della volatilitā boom noto anche come “bear killer”
"Anche escludendo il 1987, quando i mercati crollarono nel famoso lunedė nero, ottobre rimane il mese in cui la volatilitā tende a salire".
Mps: ritorno in Borsa non scalda gli analisti, per Equita č prezzo giusto č 4,3 euro
A inizio ottobre dovrebbe esserci il ritorno in Borsa di Mps, le cui azioni sono sospese dallo scorso dicembre. Equita stima un prezzo di 4,3 euro per azione
Ftse Mib, rialzi YNAP e Saipem non bastano. Avversione al rischio: buy su Bund mentre euro rischia $1,18
Acquisti anche sull'oro, con il contratto spot che supera i 1.310 dollari, proseguendo nel trend rialzista dopo il +1% della vigilia,  e sullo yen.
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #31
    L'avatar di icaro72
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    7,540
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Vendute alla violazione del canale...

    Aspetiamo tempi migliori

  2. #32

    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    23
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    1717998
    Per voi partono o noooooo.......

  3. #33
    L'avatar di inesp
    Data Registrazione
    Jan 2004
    Messaggi
    1,974
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    91 Post(s)
    Potenza rep
    39057682
    mi sa di no

  4. #34
    L'avatar di nameu8e1
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    7,878
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    34 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    29/04/2010 13.08

    In attesa di Iren


    FTA Online News

    Sembra ormai giunto a conclusione il lungo iter per la fusione tra Enia e Iride. Ieri le due societa' hanno infatti comunicato il completamento della sottoscrizione del patto parasociale tra Finanziaria Sviluppo Utilities srl (la holding dei comuni di Genova e Torino che controlla il 58% di Iride) e i comuni azionisti di Enia (che detengono almeno il 51% dell'utility emiliana).

    Il patto vede la partecipazione di 72 soci pubblici, in rappresentanza del 55,2% del capitale sociale di Iren, la newco che nascera' dalla fusione, e costituisce in sostanza l'ultima delle condizioni preliminari contenute negli accordi del marzo 2009 da soddisfare per la stipula dell'atto di fusione.

    Il patto e' stato peraltro integrato rispetto alla bozza precedente con l'impegno dei soci all'inserimento del vincolo della maggioranza pubblica nel capitale di Iren, inserimento che dovra' essere deliberato nel corso di un'assemblea straordinaria da tenersi entro 60 giorni dalla data di efficacia della fusione.

    Alla fine della scorsa settimana Roberto Bazzano, attuale presidente di Iride e futuro presidente di Iren, a margine di un convegno ha dichiarato che la fusione avra' efficacia a partire dal 1° luglio prossimo, dato che al momento non vi sono ostacoli in vista

    La nuova societa' avra' 2 milioni di contatori del gas, 2,5 milioni di abitanti clienti per i servizi idrici e una produzione elettrica di 10-11 miliardi di KWh, per un giro d'affari vicino ai 4 miliardi di euro.

    Alla domanda sulla possibilita' di una fusione con Hera, Bazzano ha risposto che l'atteggiamento non sara' di chiusura anche se l'architettura per linee di business con cui e' stato creato il progetto Iren conduce a ipotizzare strategie per singola area piuttosto che ad aggregazioni a livello societario.

  5. #35
    L'avatar di zaldon
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    2,640
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da nameu8e1 Visualizza Messaggio
    29/04/2010 13.08

    In attesa di Iren

    FTA Online News

    Sembra ormai giunto a conclusione il lungo iter per la fusione tra Enia e Iride. Ieri le due societa' hanno infatti comunicato il completamento della sottoscrizione del patto parasociale tra Finanziaria Sviluppo Utilities srl (la holding dei comuni di Genova e Torino che controlla il 58% di Iride) e i comuni azionisti di Enia (che detengono almeno il 51% dell'utility emiliana).

    Il patto vede la partecipazione di 72 soci pubblici, in rappresentanza del 55,2% del capitale sociale di Iren, la newco che nascera' dalla fusione, e costituisce in sostanza l'ultima delle condizioni preliminari contenute negli accordi del marzo 2009 da soddisfare per la stipula dell'atto di fusione.

    Il patto e' stato peraltro integrato rispetto alla bozza precedente con l'impegno dei soci all'inserimento del vincolo della maggioranza pubblica nel capitale di Iren, inserimento che dovra' essere deliberato nel corso di un'assemblea straordinaria da tenersi entro 60 giorni dalla data di efficacia della fusione.

    Alla fine della scorsa settimana Roberto Bazzano, attuale presidente di Iride e futuro presidente di Iren, a margine di un convegno ha dichiarato che la fusione avra' efficacia a partire dal 1° luglio prossimo, dato che al momento non vi sono ostacoli in vista

    La nuova societa' avra' 2 milioni di contatori del gas, 2,5 milioni di abitanti clienti per i servizi idrici e una produzione elettrica di 10-11 miliardi di KWh, per un giro d'affari vicino ai 4 miliardi di euro.

    Alla domanda sulla possibilita' di una fusione con Hera, Bazzano ha risposto che l'atteggiamento non sara' di chiusura anche se l'architettura per linee di business con cui e' stato creato il progetto Iren conduce a ipotizzare strategie per singola area piuttosto che ad aggregazioni a livello societario.

    Un saluto ho incrementato HE in qs giorni ....... augurandomi di aver fatto un buon affare!

  6. #36
    L'avatar di nameu8e1
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    7,878
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    34 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da zaldon Visualizza Messaggio
    Un saluto ho incrementato HE in qs giorni ....... augurandomi di aver fatto un buon affare!

    In effetto era a prezzo di saldo ..".prendi 2 paghi 1" . Ma si' speriamo di risalire la china

  7. #37
    L'avatar di nameu8e1
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    7,878
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    34 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Reuters - 30/04/2010 12:28:10


    comunicato stampa
    Bologna 30/04/2010

    HERA: L'Assemblea degli Azionisti approva il bilancio dell'esercizio 2009 e conferma
    il Dividendo di 8 centesimi di Euro per azione


    Mol a 567,3 milioni di Euro, con un incremento del 7,4% e ricadute sul territorio pari a
    967,5 milioni di euro

    L'Assemblea degli Azionisti di Hera S.p.A. ha approvato oggi a Bologna il bilancio di
    esercizio 2009 e la proposta del Consiglio di Amministrazione di distribuzione di un dividendo di 8 centesimi di per azione, che sarā in pagamento a partire dal 10 giugno 2010, con stacco della cedola in data 7 giugno 2010.

    Il Bilancio 2009 del Gruppo evidenzia ricavi pari a 4.204,2 milioni di euro (in crescita del
    13,1% rispetto allo scorso anno), un margine operativo lordo di 567,3 milioni di euro, in
    crescita del 7,4%.


    L'utile netto consolidato risulta pari a 71,1 milioni di euro e, senza l'effetto della Moratoria
    Fiscale che ha gravato per 27,6 milioni di Euro, sarebbe stato pari a 95,3 milioni di Euro, in
    crescita dello 0,5% rispetto ai 94,8 milioni di Euro dell'esercizio precedente.

    Unitamente al Bilancio Economico, č stato distribuito agli azionisti anche il Bilancio di
    Sostenibilitā, giā approvato dal Consiglio di Amministrazione: a questo proposito si
    evidenzia che il valore aggiunto prodotto da Hera nel 2009, ovvero la ricchezza prodotta, č stato di 967,5 milioni di euro, con un aumento di 49,1 milioni di euro rispetto all'anno precedente, pari al 5,4%.

    Di questo importo, 752,6 milioni sono stati distribuiti agli stakeholder del territorio dell'Emilia Romagna, intesi come lavoratori, azionisti, comunitā locale, PA e azienda.

    Si consideri inoltre che ulteriori 876,4 milioni di euro sono stati distribuiti, attraverso le forniture richieste, ad aziende operanti sul territorio di riferimento.

  8. #38

    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    138
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    2616545
    Citazione Originariamente Scritto da nameu8e1 Visualizza Messaggio
    Reuters - 30/04/2010 12:28:10


    comunicato stampa
    Bologna 30/04/2010

    HERA: L'Assemblea degli Azionisti approva il bilancio dell'esercizio 2009 e conferma
    il Dividendo di 8 centesimi di Euro per azione


    Mol a 567,3 milioni di Euro, con un incremento del 7,4% e ricadute sul territorio pari a
    967,5 milioni di euro

    L'Assemblea degli Azionisti di Hera S.p.A. ha approvato oggi a Bologna il bilancio di
    esercizio 2009 e la proposta del Consiglio di Amministrazione di distribuzione di un dividendo di 8 centesimi di per azione, che sarā in pagamento a partire dal 10 giugno 2010, con stacco della cedola in data 7 giugno 2010.

    Il Bilancio 2009 del Gruppo evidenzia ricavi pari a 4.204,2 milioni di euro (in crescita del
    13,1% rispetto allo scorso anno), un margine operativo lordo di 567,3 milioni di euro, in
    crescita del 7,4%.


    L'utile netto consolidato risulta pari a 71,1 milioni di euro e, senza l'effetto della Moratoria
    Fiscale che ha gravato per 27,6 milioni di Euro, sarebbe stato pari a 95,3 milioni di Euro, in
    crescita dello 0,5% rispetto ai 94,8 milioni di Euro dell'esercizio precedente.

    Unitamente al Bilancio Economico, č stato distribuito agli azionisti anche il Bilancio di
    Sostenibilitā, giā approvato dal Consiglio di Amministrazione: a questo proposito si
    evidenzia che il valore aggiunto prodotto da Hera nel 2009, ovvero la ricchezza prodotta, č stato di 967,5 milioni di euro, con un aumento di 49,1 milioni di euro rispetto all'anno precedente, pari al 5,4%.

    Di questo importo, 752,6 milioni sono stati distribuiti agli stakeholder del territorio dell'Emilia Romagna, intesi come lavoratori, azionisti, comunitā locale, PA e azienda.

    Si consideri inoltre che ulteriori 876,4 milioni di euro sono stati distribuiti, attraverso le forniture richieste, ad aziende operanti sul territorio di riferimento.
    a questi prezzi bisogna entrare
    io sono entrato ieri a 1.57

  9. #39
    L'avatar di nameu8e1
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    7,878
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    34 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Hera: Assemblea approva bilancio, cedola a 8 centesimi

    (Teleborsa) - Roma, 30 apr - L'Assemblea degli Azionisti di Hera ha approvato il bilancio dell'esercizio 2009 e conferma il Dividendo di 8 centesimi di Euro per azione che sarā in pagamento a partire dal 10 giugno 2010, con stacco della cedola in data 7 giugno 2010.


    "La buona tenuta delle singole aree di business ha confermato la soliditā della formula multiutility, sia per le attivitā regolate che per quelle a libero mercato. Queste ultime in particolare - ha sottolineato il Presidente Tommasi - hanno compensato la forte riduzione dei consumi energetici e nel campo dei rifiuti speciali, grazie ad un intensificato rafforzamento delle politiche commerciali, che ha visto crescere la base clienti."

    "Questi risultati - ha precisato l'Amministratore Delegato Maurizio Chiarini - sono anche il frutto del processo di riorganizzazione delle societā operative territoriali, che ha contribuito ad accrescere l'efficienza e la semplificazione della struttura aziendale.

    Infine vorrei ricordare il grande successo registrato nella emissione di un eurobond da 500 ml di Euro che ha confermato l'elevata reputazione del Gruppo e ha consolidato il debito al 90% a medio lungo termine."


    30/04/2010 - 1

  10. #40
    L'avatar di nameu8e1
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    7,878
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    34 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    HERA - Approvato dal C.d.A. l'andamento dei primi tre mesi del 2010
    Reuters - 13/05/2010 13:00:25

Accedi