Hera marzo per il resto chi lo sà .... Hera aprile, Hera maggio ..... ollallà! - Pagina 2
Usa, allarme Fitch: tassa 20% su import è un rischio per debiti sovrani e Pil globali
La proposta americana di imporre una tassa del 20% sulle importazioni -  includendo nel piano di riforma fiscale di Trump la disposizione nota come BAT (border adjustment tax) rappresenta un rischio per il mercato globale dei debiti so...
Nel giorno Brexit Ue dice no a fusione Lse-Deutsche Boerse. Borsa Londra: stangata per Europa
Le indiscrezioni e dichiarazioni circolate nelle ultime settimane sono state confermate: le autorità antitrust dell'Unione europea hanno formalmente bloccato la fusione tra Deutsche Boerse e il London Stock Exchange, spiegando che l'accor...
Controllata nucleare Westinghouse in bancarotta: Toshiba nei guai tra maxi-svalutazioni e rischio delisting
Toshiba ha dato il via a un piano per avviare le procedure fallimentari del Chapter 11 per Westinghouse, la controllata americana attiva nel nucleare che la sta portando al collasso e da cui spera di liberarsi prima della fine dell'anno fiscale, il p...
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #11
    L'avatar di icaro72
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    7,540
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Premetto: Ottima società

    Grafico: TRIX in inversione a negativo

    Strategia mia: Buy come se piovesse sul supporto a 1,64

    Inversione + dividendo

    Immagini Allegate Immagini Allegate -hera-16-03-2010.png 

  2. #12
    L'avatar di zaldon
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    2,640
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da icaro72 Visualizza Messaggio
    Premetto: Ottima società

    Grafico: TRIX in inversione a negativo

    Strategia mia: Buy come se piovesse sul supporto a 1,64

    Inversione + dividendo


    1,64 con qs intonazione dei market forse ieri al minimo era già ottima!

    Ma se cambia il sentiment per qualche seduta! Oggi ottima chiusura!

    Saluti icaro!

  3. #13
    L'avatar di picabia
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    7,985
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    89 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da zaldon Visualizza Messaggio
    1,64 con qs intonazione dei market forse ieri al minimo era già ottima!

    Ma se cambia il sentiment per qualche seduta! Oggi ottima chiusura!

    Saluti icaro!
    lunedì vediamo se come ha detto Viganò i dati non deluderanno azionisti e mercato. Mi aspetto un dVD di almeno 0,085/0,090 e il titolo a 1,81 minimo verso traguardi diciamo due ?

  4. #14
    L'avatar di nameu8e1
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    7,872
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    HERA - Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009 Reuters - 29/03/2010 13:51:36



    HERA , UTILE NETTO CONSOLIDATO 2009 A 85 MLN DA 110,3 MLN IN 2008

    Reuters - 29/03/2010 13:52:18

  5. #15
    L'avatar di nameu8e1
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    7,872
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Hera
    Websim - 26/03/2010 08:08:22
    Hera e Techint studiano una jv nei rifiuti. (MF p 12)

  6. #16
    L'avatar di nameu8e1
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    7,872
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Hera : 0,08 euro dividendo
    Reuters - 29/03/2010 13:52:18

  7. #17
    L'avatar di nameu8e1
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    7,872
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Hera, utile netto gruppo 2009 cala a 85 mln, 0,08 euro dividendo
    lunedì 29 marzo 2010 14:06

    , 29 marzo (Reuters) - Hera (HRA.MI: Quotazione) ha chiuso il 2009 con un utile netto consolidato di 85 milioni di euro, in calo del 22,9% rispetto ai 110,3 milioni di euro dell'anno precedente. Il Cda proporrà agli azionisti un dividendo di 8 centesimi di euro per azione, in linea con quello erogato sul 2008.

    L'anno scorso ha visto crescere i ricavi del 13,1% a 4,2 miliardi di euro e il reddito operativo del 3,8% a 291,3 milioni di euro. L'utile netto, si osserva nel comunicato della società, sconta un forte incremento degli oneri finanziari e gli effetti della "moratoria fiscale".

  8. #18
    L'avatar di nameu8e1
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    7,872
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Comunicato stampa Hera
    File Allegati File Allegati

  9. #19
    L'avatar di nameu8e1
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    7,872
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Hera: utile 2009 cala a 85 mln, cedola 0,08 euro/azione

    (Teleborsa) - Roma, 29 mar - Hera ha chiuso il 2009 con un utile netto consolidato di 85 milioni di euro, in calo del 22,9% rispetto ai 110,3 milioni di euro dell'anno precedente.
    I Ricavi sono cresciuti del 13,1%, portandosi a 4.204,2 milioni di Euro nel 2009, rispetto ai 3.716,3 milioni di Euro del 2008.

    Il Margine Operativo Lordo consolidato di Gruppo alla fine del 2009 è salito del 7,4% passando da 528,3 milioni di Euro del 2008 ai 567,3 milioni di Euro.

    Gli investimenti operativi effettuati nel corso del 2009 coincidono con le linee di sviluppo del Piano Industriale e si attestano a 391,5 milioni di Euro.

    La posizione finanziaria netta del Gruppo si attesta a 1.891,8 milioni di Euro, in leggero miglioramento rispetto all'ultimo dato trimestrale al 30 Settembre 2009, pari a 1.896,9 milioni di Euro ed è stata ristrutturata con l'emissione di un Eurobond da 500 milioni di Euro, un private placement da 150 milioni denominato in yen e la rinegoziazione di un bond esistente da 200 milioni, che hanno allungato la scadenza media e confermato la solidità della struttura patrimoniale.

    Inoltre, il Gruppo ha aumentato la patrimonializzazione con l'emissione di 82 milioni di nuove azioni a servizio della citata operazione di acquisizione delle reti Gas e Teleriscaldamento.

    Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di proporre all'Assemblea un dividendo per azione di 8 centesimi di Euro, in linea con il dividendo 2008. Lo stacco della cedola avverrà il 7 giugno, con pagamento a partire dal 10 giugno.

    Sarà infine proposto all'approvazione dell'Assemblea il rinnovo dell'autorizzazione di acquisto di azioni proprie per un controvalore fino a 60 milioni di Euro per ulteriori 18 mesi.

    Il Presidente Tomaso Tommasi di Vignano ha commentato: " La crescita dei risultati di Hera dimostra come la nostra strategia di espansione dei mercati abbia sortito buoni effetti, anche in presenza della grave crisi economica e ciò ha consentito la conferma del dividendo a 8 centesimi di Euro.

    In particolare - ha aggiunto il Presidente - mi preme evidenziare il successo commerciale sia nei mercati dell'energia, anche grazie alla crescita fuori dal nostro territorio di riferimento, che nel settore dei rifiuti industriali.

    Abbiamo infatti gestito una situazione di mercato molto difficile e siamo riusciti nella seconda parte dell'anno ad invertire il trend negativo del primo semestre, anche grazie alla costituzione di Herambiente, che ci ha permesso di riorganizzare al meglio tutte le nostre attività ambientali."

    L'Amministratore Delegato, Maurizio Chiarini, ha commentato "I buoni risultati del 2009 confermano la solida struttura del Gruppo.

    Tutte le aree di business si attestano a livelli superiori rispetto al 2008 con un risultato particolarmente positivo nel settore della distribuzione gas e gli accordi con i regolatori locali confermano trend di crescita anche per l'area idrica e ambiente.

    Inoltre - ha aggiunto - il processo di riorganizzazione delle società operative territoriali ha contribuito ad accrescere l'efficienza e la semplificazione della struttura aziendale, trasformando le società operative territoriali in unità organizzative per consentire riduzione dei costi e semplificazione organizzativa.

    Infine vorrei ricordare il grande successo registrato nella emissione di un eurobond da 500 ml di Euro che ha confermato l'elevata reputazione del Gruppo e ha consolidato il debito al 95% a medio lungo termine."


    29/03/2010 - 14:28

  10. #20
    L'avatar di nameu8e1
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    7,872
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    La moratoria fiscale frena l'utile e il dividendo di Hera
    29/03/2010 MF

    La moratoria fiscale, come atteso, frena l'utile 2009 di Hera. La multiutility bolognese ha realizzato nel passato esercizio ricavi in crescita del 13,1% a 4.204,2 milioni di euro, un margine operativo lordo consolidato in aumento a 567,3 milioni (+7,4%) e un reddito operativo di 291,3 milioni (+3,8%).

    Tutti i dati, eccetto i ricavi decisamente migliori delle attese, sono pressochè in linea con le stime del consenso degli analisti: ricavi intorno a 3,5 miliardi, Ebitda a 565 milioni, Ebit a 299 milioni. Invece l'utile netto è sceso a 71,1 milioni, contro i 94,8 del 2008.

    Il consenso degli analisti stimava un utile netto a 85 milioni, ma senza l'effetto della moratoria fiscale sarebbe stato pari a 95,3 milioni, in crescita dello 0,5%. L'Area Ambiente, che si conferma quella con il maggior contributo al mol del gruppo (33%), ha chiuso l'esercizio con un margine operativo lordo a 187,3 milioni, rispetto a 186,3 milioni dell'esercizio precedente.

    Gli investimenti operativi 2009 sono stati pari a 391,5 milioni, in contenimento rispetto agli anni precedenti, a seguito del progressivo completamento del piano di sviluppo dei grandi impianti, avviato fin dalla quotazione. Invariato rispetto allo scorso anno il dividendo di 8 centesimi per azione (consenso a 8,2 centesimi). Lo stacco della cedola avverrà il 7 giugno, con pagamento a partire dal 10 giugno.

    Il pagamento del dividendo sarà finanziato con gli utili dell'esercizio e per 39,4 milioni attingendo alla riserva distribuibile di circa 57,3 milioni che si è generata in conseguenza della ristrutturazione delle società territoriali del gruppo.

    Sarà infine proposto all'approvazione dell' assemblea il rinnovo dell'autorizzazione di acquisto di azioni proprie per un controvalore fino a 60 milioni per ulteriori 18 mesi.

    "La crescita dei risultati di Hera dimostra come la nostra strategia di espansione dei mercati abbia sortito buoni effetti, anche in presenza della grave crisi economica e ciò ha consentito la conferma del dividendo a 8 centesimi di euro.

    In particolare", ha spiegato il presidente di Hera, Tomaso Tommasi di Vignano: "mi preme evidenziare il successo commerciale sia nei mercati dell'energia, anche grazie alla crescita fuori dal nostro territorio di riferimento, che nel settore dei rifiuti industriali".

    "Abbiamo infatti gestito una situazione di mercato molto difficile e siamo riusciti nella seconda parte dell'anno ad invertire il trend negativo del primo semestre, anche grazie alla costituzione di Herambiente, che ci ha permesso di riorganizzare al meglio tutte le nostre attività ambientali", ha aggiunto Tommasi di Vignano. In Borsa il titolo Hera attualmente scende delo 0,52% a quota 1,726 euro.

    Prima dell'uscita dei conti questa mattina Banca Imi ha confermato il rating add e il target price a 2 euro su Hera, Equita sim buy e un target price a 1,95euro, Mediobanca outperform e un prezzo obiettivo a 1,96 euro. "Il 2009 è stato sicuramente un anno difficile per Hera", si legge nella nota di Mediobanca.

    D'altra parte, "crediamo che i risultati mostrino un buon grado di resistenza della società con incoraggianti segni di ripresa durante gli ultimi due trimestri dell'anno, specialmente per la divisione dei rifiuti. Tutto ciò dovrebbe contribuire a ristabilire una certa fiducia nel potenziale di crescita di Hera, consentendo un recupero dell'azione in Borsa a livelli di valutazione più dignitosi".

    Francesca Gerosa

Accedi