Tutto per il gain chi con grafici chi con fondamentali chi con ossa di procione vol2
Alibaba: gli utili raddoppiano e i ricavi superano le attese, grazie all’e-commerce e al cloud
Il colosso dell'e-commerce cinese ha riportato una crescita trimestrale maggiore del previsto, grazie anche al cloud.
Bce teme il Super euro. Tapering QE più lontano, eur-usd scivola a minimo tre settimane
Il dilemma di Mario Draghi cambia le carte in tavola sul mercato del Forex. Per il dollaro è la seduta migliore delle ultime due settimane.
Violenze Charlottesville, CEO danno il benservito a Trump. Che è costretto a chiudere i comitati
Jamie Dimon, numero uno di JP Morgan: "Fa parte del ruolo di un leader, sia nel mondo degli affari che in un governo, unire la gente, e non dividerla".
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Visualizza Risultati Sondaggio: il petrolio sta condizionado il mercato quando pensi salirà?

Partecipanti
31. Non puoi votare in questo sondaggio
  • da agosto

    12 38.71%
  • in autunno

    9 29.03%
  • non risale

    10 32.26%
Rispondi alla Discussione
1231151101 Ultima

  1. #1

    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    6,090
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    3484 Post(s)
    Potenza rep
    0

    regole motivo di ban

    non si usa il sarcasmo, non si insulta, non si provoca, non si insultano personaggi politici, non si risponde alle provocazioni ma eventualmente si segnala il post con apposito tasto alla mod, inoltre per i singoli problemi personali ci si rivolge a supporto@browneditore.it che da sempre ci invita a fare uso del tasto ignora, sia preventivo che in attesa di valutazioni.
    non è obbligatorio postare quando si entra o quando si esce ma se si decide di farlo ha senso se viene postato in realtime sia entrata che uscita in modo che i lettori abbiano un quadro completo dell'operatività di un forumista oltre che per evitare la auto-incensazione.
    post fuori dal contesto di finanza sono poco tollerati a mercati aperti.
    post su titoli di borsa poco scambiati vanno postati marginalmente ed eventualmente si approfondiscono con mp perché questo 3d ha come fine il gain frequente dando priorità ai titoli che scambiano con volumi rilevanti tutti i giorni.
    nel suggerire una news certa si deve postare la sua sorgente tramite link altrimenti equivale a manipolare l’informazione.
    per pnc oltre sito consob PNC utente Meow con il suo operato ci fornisce le differenze in % Posizioni nette corte su titoli azionari - Aggiornamento quotidiano

    in assenza dell’autore che torna alle 20:00 lo proseguo come da sua richiesta fattomi tramite email.
    dopo aver ribadito concetti perseguibili l’auspicio è che questo 3d scorra portando gain grazie al contributo dei visitatori che ringraziamo indistintamente e anticipatamente per suggerimenti e studi grafici.
    prestando attenzione ai probabili cali dei volumi normalmente a venire nel periodo estivo ricordiamo che la filosofia del 3d è la ricerca del gain anche con indice negativo consapevoli che si punta principalmente sullo spread quotidiano con tutti i rischi di questa operatività.

    ho messo sondaggio su petrolio, che sta condizionando i mercati, quindi potete postare le vostre impressioni anche sui titoli oil o a questo collegati come spm, nel rispetto delle regole sopra citate ovviamente.
    Ultima modifica di vetro64; 22-06-17 alle 21:45

  2. #2

    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    6,090
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    3484 Post(s)
    Potenza rep
    0
    operatività mia di oggi

    TELECOM ITALIA
    Eseguito Acquisto Azioni x0.000 0,823 AFF 22/06/2017
    09:03:07

    TELECOM ITALIA - L'a.d. Cattaneo: " la rete non è in vendita, la espropino pagandola 20 miliardi di euro 22/06/2017 07:49 - WS
    Telecom Italia (TIT.MI) sotto i riflettori.
    Il gruppo ha ribadito che non intende cedere alle pressioni del governo che vogliono limitare lo sviluppo della sua rete nelle aree a fallimento di mercato.
    L'a.d., Flavio Cattaneo (nella foto) ha dichiarato, durante un audizione al Senato, che il network non è in vendita e se proprio si dovesse fare una valutazione si potrebbe stimare in 20-25 miliardi di euro.
    L'esecutivo ritiene che la decisione di Tim di investire in quelle aree, dopo la consultazione in cui aveva detto

    che non sarebbe intervenuta, possa essere in qualche modo sanzionata.

    In gioco c'è la profittabilità di Open Fiber, società controllata da Enel (ENEL.MI) a Cassa Depositi e Prestiti, che ha vinto il bando Infratel per realizzare e gestire la rete pubblica, confidando su alcune condizioni, cioè l'assenza di investitori privati, che non saranno verificate.

    Il governo è pronto a un confronto con la società e con tutti gli operatori, anche se Tim non sembra disposta ad accettare soluzioni di compromesso. Una parte politica punta a creare un unico soggetto, che includa la rete di Tim e Open Fiber, un operatore unico della rete che offrirebbe servizi agli operatori telefonici.
    L'AD Tim è invece contrario a qualunque operazione che riduca il controllo sul network, e oggi ha detto che non è in vendita e che se il governo intende "espropriarlo faccia una legge e se ne assuma la responsabilità". Poi, sulla valutazione, ha detto: "Vi potrei dire 20-25 miliardi di euro, ma non è una cosa fissa..." ha detto Cattaneo. "Non essendo in vendita è una cifra priva di senso, nessuno ci ha chiesto di venderla". La cifra è ampiamente superiore a quanto stimano i tecnici di settore, che parlano di 10-15 miliardi, con possibili ulteriori variazioni verso l'alto o verso il basso a seconda dell'evoluzione della tecnologia e soprattutto della possibilità di continuare a usare la rete in rame per la parte che va dall'armadio al singolo appartamento. Cattaneo è tornato a parlare di nazionalizzazione anche per la controllata Sparkle, che detiene una rete sottomarina in fibra ottica di lunga distanza. Tim non è disposta a cederla, se quindi lo Stato italiano la deve utilizzare è necessario che la nazionalizzi, ha detto.

    www.websim.it

  3. #3

    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    6,090
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    3484 Post(s)
    Potenza rep
    0
    per comprendere il sondaggio,,dopo lo svarione prezzo oil di ieri:
    Oil&Gas - Continua la corsa dei produttori americani 22/06/2017 12:08 - MKI
    L'EIA, U.S. Energy Information Administration, ha pubblicato uno studio interessante sulle esportazioni americane di petrolio e prodotti raffinati.
    Nel report si legge che le esportazioni di petrolio e prodotti raffinati continuano ad aumentare anche se con differenze da prodotto a prodotto.
    L'esportazione di petrolio e raffinati americani sono piu' che raddoppiate, passando da 2,4 milioni di barili al giorno nel 2010 a 5,2 milioni di barili nel 2016. Allo stesso tempo le esportazioni di distillati, benzina, propano e greggio hanno visto un incremento importante con tassi di crescita e quote di mercato differenti fra loro.

    Nel 2016, grazie alla revoca alle restrizioni all’esportazione di petrolio avvenuta nel dicembre 2015, gli Stati Uniti hanno esportato 520 mila b/d. Le stesse hanno raggiunto, nel febbraio 2017, 1,1 milioni di b/d, il piu' alto livello mensile registrato fino ad oggi. La destinazione principale delle esportazioni rimane il Canada, anche se in misura minore rispetto al passato. Nel 2015 la sua quota era del 92% a 427 mila b/d, mentre nel 2016 e' calata al 58% a 301 mila b/d a vantaggio di altre destinazioni quali Paesi Bassi, Curacao, Cina, Italia e Regno Unito.
    Come noto, il livello di esportazione americana e' sensibile a diversi fattori. Infatti oltre alle restrizioni imposte dalla Casa Bianca, l'export risente anche dei differenti livelli di prezzo a seconda della qualita' di greggio, dei costi di spedizione e dell’ammontare di produzione nazionale. Quest'ultima e' scesa nei primi nove mesi del 2016, ma e' aumentata alla fine del 2016 e nei primi cinque mesi del 2017.
    Per quanto riguarda i derivati del petrolio, le esportazioni statunitense dei distillati hanno registrato un lento incremento negli ultimi anni rispetto al periodo 2010-2013. Infatti, tra il 2010 e il 2016, le esportazioni statunitensi di distillati sono cresciute dell’81% (534 mila b/d), ma la maggior parte di questa crescita e' avvenuta nel periodo iniziale compreso tra il 2011 e il 2013. La destinazione piu' importante per le esportazioni di distillati statunitensi e' il Messico, con una media di 182 mila b/d nel 2016, Brasile (125 mila b/d) e Paesi Bassi (108 b/d).

    La benzina ha visto un forte incremento delle esportazioni, salite del 126% (a 425 mila b/d) a partire dal 2010. Cifra notevole se si pensa che nello stesso periodo il consumo interno e' anche aumentato. Destinazione principale sempre il Messico (circa il 53% delle esportazioni nel 2016).

    Commento
    I dati riportati dall'Eia sottolineano ancora una volta quanto il mare di petrolio e raffinati prodotti dagli Usa stiano piegando i produttori tradizionali, rubando quote di mercato. Ragione per cui nel 2014 l'Arabia Saudita ha tentato lo scontro aumentando la produzione cercando di indebolirli consapevoli dei maggiori costi di estrazone. La storia recente ci ha insegnato che i produttori shale americani siano stati in grado di abbassare le soglie di break even in area 35-40 dollari al barile e la politica dell’Arabia saudita ha per ora principalmente indebolito i paesi produttori e le compagne tradizionali.
    Lo scenario per i titoli del settore rimane dunque difficile e complesso. Inoltre da un punto di vista meramente tecnico non arrivano segnali confortanti. Il Wti ha rotto il canale ribassista (si veda grafico in basso) partito dal massimo del 23 di febbraio a 54,9 dollari al barile per arrivare agli attuali 42,3 dollari. La perdita cumulata delle quotazioni dell'oro nero e' del 23,5 per cento nel periodo in questione.

  4. #4

    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    6,090
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    3484 Post(s)
    Potenza rep
    0
    attenzione calo stm,,,,in corso movimenti STM lancia offerta obbligazioni convertibili per 1,5 mld di dollari | Teleborsa.it

    in allegato posizioni corte a ieri, da consob e utente Meow che ringrazio a nome di tutti gli utenti, come potete vedere % totale molto alta, ocio
    File Allegati File Allegati

  5. #5
    L'avatar di lupettoblu
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    61,016
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    4082 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    ad agosto sarà già a 46

  6. #6

    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    3,349
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    2278 Post(s)
    Potenza rep
    42949673
    ciao a tutti
    ciao vetro
    dentro adesso su unicredit 15.83.
    ero indeciso tra lei e bami, scelto unicredit perché graficamente la vedo messa meglio.

    Tutto per il gain chi con grafici chi con fondamentali chi con ossa di procione vol2-unicredit_22-giu.jpg

    importante la tenuta della mediana della BB a 15.80, se rimbalza spazio fino a 16.40 di breve.
    il grafico è daily.

  7. #7

    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    6,090
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    3484 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Franco da Segrate Visualizza Messaggio
    ciao a tutti
    ciao vetro
    dentro adesso su unicredit 15.83.
    ero indeciso tra lei e bami, scelto unicredit perché graficamente la vedo messa meglio.

    Tutto per il gain chi con grafici chi con fondamentali chi con ossa di procione vol2-unicredit_22-giu.jpg

    importante la tenuta della mediana della BB a 15.80, se rimbalza spazio fino a 16.40 di breve.
    il grafico è daily.
    se lo sa cribbio ti scomunica............
    sto osservando anche spm,,,, strana salita con poco volume e tp alzato da ms....strano anzi stranissimo,,,,3.192 carico in acquisto,,,sarà vero?
    stm rimbalzino, ma aspetterei usa....... se cala indice loro o scende $ qua ti spellano

  8. #8

    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    6,090
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    3484 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Telecom Italia - Cattaneo difende il diritto ad investire in reti TLC. In audizione toccato addirittura il tema cessione rete. 22/06/2017 13:41 - EQ

    Toni accesi nelle audizioni parlamentari di Enel Open Fiber (EOF) e di TIM. Comunque continuiamo a pensare che il rischio per TIM di una sanzione per aver deciso di portare la banda larga nelle aree a fallimento di mercato paia almeno improbabile. Quindi nonostante la diatriba triangolare - Governo, EOF, TIM - sia spiacevole, non crediamo si tratti di un catalyst di rilievo. La vicenda sottolinea semmai che i due progetti infrastrutturali siano destinati ad essere ridondanti in parte del territorio e che un giorno potrebbero convergere o essere ridimensionati. All`audizione parlamentare il CEO Cattaneo ha ricevuto dai senatori quesiti anche in merito alla possibile cessione della rete di accesso o di Sparkle. Anche in questo caso ci pare ci si riferisca a qualcosa che non si possa imporre a TIM.

    Cattaneo ha poi ricordato che l`accelerazione di capex di TIM ha consentito all`Italia in soli 3 anni di recuperare il gap nei confronti del resto d`Europa. A luglio 2017 TIM coprirà infatti il 70% della popolazione in Fiber to the Cable (ed in parte in Fiber to the Home).

    BUY con Target Price 1.30

  9. #9
    L'avatar di pepito74
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    1,223
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    272 Post(s)
    Potenza rep
    28225411
    bentornato vetro, un saluto anche per athos mi raccomando

    c'era 3D fatto da giova ma poi non l'ho piu trovato

    Banche venete, auspico decisioni ministero su offerta Intesa nel weekend-Mion

    MILANO, 22 giugno (Reuters) - Popolare Vicenza aspetta le
    decisioni del ministero in merito all'offerta avanzata da Intesa
    Sanpaolo e auspica che arrivino in tempi brevi, già
    questo fine settimana.
    Lo ha detto a Reuters il presidente della banca vicentina
    Gianni Mion, a margine dell'assemblea di Space3 .
    "Speriamo che tutto venga deciso questo fine settimana.
    Vediamo. E' tutto regolamentato. In questi giorni chiederemo
    istruzioni", ha detto Mion.
    In merito aiprossimi passi "dobbiamo attendere istruzioni.
    Sono cose complicate. E' una situazione relativamente nuova.
    Dovranno decidere i regolatori, la Banca d'Italia, il
    ministero", ha aggiunto.
    Mion non ha voluto entrare nel merito della proposta di
    Intesa, che ieri ha offerto un prezzo simbolico per alcuni asset
    di Popolare Vicenza e Veneto Banca, affermando di attendere
    maggiori dettagli sul deal. Tuttavia, nella situazione che si
    era venuta a creare per le due banche venete -- Pop Vicenza e
    Veneto Banca -- la proposta di Intesa "è stata ritenuta la
    migliore possibile".
    La banca vicentina in questo momento non è a conoscenza di
    decisioni prese: "non siamo nella posizione di dire: siamo
    favorevoli o contrari. Si tratta di definirebene tutti i
    dettagli che ancora non conosciamo", ha spiegato.
    Quanto al tema esuberi i cui costi dovranno essere coperti
    da un intervento pubblico secondo la proposta Intesa, Mion non
    ha commentato né ha voluto dare cifre ma si è limitato a
    prendere dei giudizi positivi espressi ieri sull'offerta di
    Intesa dai principali sindacati.
    Un Cda di Pop Vicenza si terrà martedì prossimo, ma la
    riunione era stata già convocata da tempo, secondo Mion.

    (Andrea Mandalà)
    ((Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com,
    +39 02 6612 9503, Reuters
    messaging:gianluca.semeraro.thomsonreute rs.com@reuters.net))

  10. #10
    L'avatar di pepito74
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    1,223
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    272 Post(s)
    Potenza rep
    28225411
    letto adesso il motivo

Accedi