Snam approva scissione Italgas, quotazione prevista entro fine anno
Via libera da parte di Snam allo scorporo di Italgas che entro fine anno verrà quotata a Piazza Affari. Il consiglio di amministrazione di Snam ha approvato la scissione di una newco a cui sarà conferito il 100% del capitale di Italgas. Agli azioni...
Unicredit stringe su scelta nuovo ceo, verso short list di 3-4 nomi
Il pressing del mercato non lascia adito a dubbi circa l'impellente necessità per Unicredit di concludere nel brevissimo termine l'iter di scelta del nuovo amministratore delegato. Il lavoro della commissione ristretta chiamata a selezionare il suc...
Jannelli, la Brexit rappresenta un allarme per la crescita a livello globale
"La Brexit rappresenta senza alcun dubbio un punto di rottura. E rinforza la tesi di possibile rallentamento economico a livello globale". Sono queste le parole di Luciano Jannelli, capo analista della Abu Dhabi Commercial Bank che in una n...
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #1
    L'avatar di minello
    Data Registrazione
    Jan 2003
    Messaggi
    703
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    12302308

    Doppia tassazione dei dividendi azioni estere

    Salute a tutti .
    Penso che abbiate trattato l'argomento tante volte .... ma non sono un frequentatore assiduo di questa parte del forum e pertanto vi domando :
    poichè ho in portafoglio 2 titoli esteri : STM e Deutche Telekom , che hanno staccato da poco i loro dividendi , ho visto sul prospetto inviatomi dalla banca che i suddetti sono stati tassati dallo stato di origine ( nello specifico rispettivamente Olanda e Germania ) in % diverse e in Italia al 12,5% ( sono in regime di risparmio amministrato ) .Se è possibile ( ma penso di si visto il divieto generale di doppia imposizione ) come si fa ora a recuperare la % di tasse pagate all'estero ?

  2. Stanco della Pubblicità? Registrati

  3. #2

    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    990
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Ho il tuo stesso problema per il dividendo Deut.Tel., so che possiamo richiedere il rimborso alla repubblica federale tedesca, ma non so in che forma e a che indirizzo ed intestazione.
    Non sono riuscito a parlare con il n. 848800444 dell'agenzia delle entrate, provaci tu, e chedi:
    che percentuale sulla ritenuta di acconto del 21%, che ci hanno trattenuto sul dividendo estero, possiamo chiedere a rimborso?
    possiamo richiedere il rimborso anche per gli anni precedenti 2005/6/7/8?
    esiste un modulo prestampato da compilare e spedire?.
    basta allegare la contabile della ns. banca in cui si evidenzia la ritenuta alla fonte del 21%
    So che è ns. diritto avere un rimborso sul 21%, perchè c'è un trattato tra italia e germania che lo prevede per evitare la doppia imposizione, però nessuno ci spega fattivamente come dobbiamo fare a richiederlo. Scrivimi anche nel privato, per farmi sapere se ti sei attivato. A me per principio non va di regalare i ns. soldi ai tedeschi, che non ci ringraziano nemmeno. ti saluto e fammi sapere presto

  4. #3
    L'avatar di antor
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    4,067
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    9 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    in Germania la tassazione è del 21 % ?

    ed in Olanda ?

    grazie

  5. #4

    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    785
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    22120585
    Avrei una domanda anch'io: ma il documento della banca da esibire al commercialista e allegare al 730 è il prospetto che arriva allo stacco del dividendo oppure a fine anno la banca invia una comunicazione specifica con tutti i dvd esteri accreditati nel corso dell'anno?

  6. #5
    L'avatar di deutschmeister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    1,029
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da tombola Visualizza Messaggio
    Ho il tuo stesso problema per il dividendo Deut.Tel., so che possiamo richiedere il rimborso alla repubblica federale tedesca, ma non so in che forma e a che indirizzo ed intestazione.
    Non sono riuscito a parlare con il n. 848800444 dell'agenzia delle entrate, provaci tu, e chedi:
    che percentuale sulla ritenuta di acconto del 21%, che ci hanno trattenuto sul dividendo estero, possiamo chiedere a rimborso?
    possiamo richiedere il rimborso anche per gli anni precedenti 2005/6/7/8?
    esiste un modulo prestampato da compilare e spedire?.
    basta allegare la contabile della ns. banca in cui si evidenzia la ritenuta alla fonte del 21%
    So che è ns. diritto avere un rimborso sul 21%, perchè c'è un trattato tra italia e germania che lo prevede per evitare la doppia imposizione, però nessuno ci spega fattivamente come dobbiamo fare a richiederlo. Scrivimi anche nel privato, per farmi sapere se ti sei attivato. A me per principio non va di regalare i ns. soldi ai tedeschi, che non ci ringraziano nemmeno. ti saluto e fammi sapere presto
    lascia perdere l'Agenzia delle Entrate, o non sanno, o sanno sbagliato...
    rispondo ai tuoi quesiti, solo con riferimento alla Germania:
    1) 6,1% ( la differenza tra 21,1% e l'aliquota prevista dal trattato contro la doppia imposizione, cioè 15%
    2) hai tempo 4 anni dallo stacco del dividendo, per richiedere il rimborso
    3) il modulo per la richiesta di rimborso al fisco tedesco si chiama Steuerrueckerstattung
    4) sono richieste alcuna informazioni (deposito titoli, ammontare del dividendo lordo etc ) specificate nel format tedesco
    5) deve essere apposta certificazione di residenza fiscale in Italia da parte dell'Agenzia delle Entrate

    PS per l'altro utente che parla di 730: non è più possibille la compensazione in dichiarazione dei redditi, come era, facile e vantaggioso, prima che Tremonti rivedesse la normativa ( due governi fa), penalizzando i piccoli risparmiatori

  7. #6

    Data Registrazione
    Oct 2001
    Messaggi
    38
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    15
    Io ho dei dividendi di azioni USA e pago la doppia imposizione del 12.5% e del 15%
    ho letto il trattato di convenzione tra l'italia e gli stati uniti e ho visto che gli USA possono applicare una imposta massima del 15% quindi non potrei avere alcun rimborso.
    E' esatto?

    grazie


    CONVENZIONE TRA
    IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED
    IL GOVERNO DEGLI STATI UNITI D'AMERICA
    PER EVITARE LE DOPPIE IMPOSIZIONI IN MATERIA DI IMPOSTE SUL REDDITO E
    PER PREVENIRE LE FRODI E LE EVASIONI FISCALI1.

    Articolo 10 - Dividendi
    1. I dividendi pagati da una società residente di uno Stato contraente ad un residente dell'altro Stato
    contraente sono imponibili in detto altro Stato.
    2. Tuttavia, tali dividendi possono essere tassati anche nello Stato contraente di cui la società che
    paga i dividendi è residente ed in conformità alla legislazione di detto Stato, ma se l'effettivo
    beneficiario dei dividendi è un residente dell'alto Stato contraente, l'imposta così applicata non può
    eccedere:
    a) i) il 5 per cento dell'ammontare lordo dei dividendi se il beneficiario effettivo è una società
    che ha posseduto più del 50 per cento delle azioni con diritto di voto della società che paga i
    dividendi per un periodo di 12 mesi avente termine alla data della delibera di distribuzione dei
    dividendi; e
    ii) il 10 per cento dell'ammontare lordo dei dividendi se il beneficiario effettivo è una società
    che non può usufruire dei vantaggi di cui al punto i), ma che ha posseduto il 10 per cento o più
    delle azioni con diritto di voto della società che paga i dividendi per un periodo di 12 mesi
    avente termine alla data della delibera di distribuzione dei dividendi, a condizione che non
    oltre il 25 per cento del reddito lordo della società che paga i dividendi provenga da interessi e
    dividendi (diversi dagli interessi derivanti dall'esercizio di attività bancarie o finanziarie e dagli
    interessi o dividendi ricevuti da società sussidiarie); e
    b) il 15 per cento dell'ammontare lordo dei dividenti in tutti gli altri casi. Questo paragrafo non
    riguarda l'imposizione della società per gli utili con i quali sono stati pagati i dividendi.

  8. #7

    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    4,746
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    20 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    È un argomento interessante. Vorrei sapere una sola cosa: dalla doppia tassazione non si può sfuggire, giusto? Insomma, il 12,5% in Italia lo si paga certamente e l'unica cosa che fanno i vari trattati europei è semplicemente permettere la richiesta di rimborso per la parte che eccede il 15% di tassazione nel paese estero, giusto?
    Facciamo un esempio: Deutsche Telekom stacca dividendo di 1 euro per azione (cifra a caso). I tedeschi tassano al 21,1% cioè 0,211 euro e su ciò che rimane (0,789 euro) in Italia si tassa il 12,5& cioè altri 0,098 euro di tasse, quindi dell'euro di dividendo rimane alla fine 0,689 euro. Adesso, l'unica cosa che può chiedere il contribuente italiano è il rimborso del (21,1 - 15) 6,1% al fisco tedesco, quindi il 6,1% di 1 euro, vale a dire 0,061 euro per azione, ma non può certo chiedere al fisco tedesco di non imporre tasse o al fisco italiano i evitare. È così? Ed è così per tutte le azioni europee, giusto?

Accedi