Carl Zeiss - Pagina 119
Jeff Bezos: “Amazon non è Too Big To Fail. Fallirà”
Amazon Too Big To Fail, ovvero “troppo grande per fallire’? Macchè: a smentirlo è lo stesso fondatore Jeff Bezos.  Per il manager del colosso retail online che, con la sua …
Wall Street: proseguono le vendite, Dow rischia striscia di ribassi più lunga in 5 mesi
Partenza negativa per Wall Street, che prosegue così i ribassi di ieri. In avvio il Dow Jones cede lo 0,77%, rischiando di registrare la striscia di ribassi più lunga negli …
Credit Suisse sprofonda ai minimi dal 2016, taglio ai costi mette centinaia di posti a rischio
Centinaia di posti di lavoro a rischio in Credit Suisse. Lo riferisce oggi Bloomberg secondo cui i licenziamenti serviranno per ridurre i costi e potrebbero iniziare già quest?anno e aiutare …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
Prima 1969109117118119

  1. #1181
    L'avatar di P.A.T.
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    21,026
    Blog Entries
    4
    Mentioned
    21 Post(s)
    Quoted
    6336 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da P.A.T. Visualizza Messaggio
    Sold 50% Carl Zeiss 71,5
    Avevo venduto ben il 50% di quelle possedute il 25.10
    Rientrato con un 25% (meta' di quelle vendute) a 67,8


    Poi puo' tornare benissimo a testare i 62 precedenti ...

  2. #1182
    L'avatar di Alexm
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    632
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    222 Post(s)
    Potenza rep
    8127389
    Il biotech continua a soffrire. Anche oggi si prosegue nella discesa

  3. #1183
    L'avatar di vegar
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    13,816
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1593 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da Alexm Visualizza Messaggio
    Il biotech continua a soffrire. Anche oggi si prosegue nella discesa
    Purtroppo gli USA sembrano aver finito davvero il carburante, in Italia ci sono i problemi con la UE, speriamo che nel frattempo si raggiunga l'accordo per la Brexit ed entro fine mese l'accordo sui dazi... se si dovessero verificare entrambe queste situazioni si potrebbe chiudere il mese di Dicembre in positivo.

  4. #1184
    L'avatar di Alexm
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    632
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    222 Post(s)
    Potenza rep
    8127389
    Citazione Originariamente Scritto da vegar Visualizza Messaggio
    Purtroppo gli USA sembrano aver finito davvero il carburante, in Italia ci sono i problemi con la UE, speriamo che nel frattempo si raggiunga l'accordo per la Brexit ed entro fine mese l'accordo sui dazi... se si dovessero verificare entrambe queste situazioni si potrebbe chiudere il mese di Dicembre in positivo.
    Purtoppo (salvo esser short sui mercati) non c 'è fronte in cui ci si salvi. Nel pomeriggio pure un clamoroso tonfo del Bitcoin e ...conseguentemente...di tutte le altre criptovalute..come non se ne vedeva da tempo..

  5. #1185
    L'avatar di P.A.T.
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    21,026
    Blog Entries
    4
    Mentioned
    21 Post(s)
    Quoted
    6336 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Faccio osservare che la strategia esposta nel III report dell'anno di vendere Celg e GILD per puntare sulle small caps e' stata fallimentare. Gilead e' l'unica ad aver tenuto nel sell-off di questi giorni, cosi' come Celg ha contenuto le perdite per essere una big cap. Le piccole consigliate sono andate tutte a rotoli, come Tesaro, Nektar, Radius e Alnylam.

    Ed infine, batosta ieri per Neurocrine che e' il secondo titolo in portafoglio a causa di un report negativo di Oppenheimer. (Io ho comprato a -12%, perché un report negativo non e' un trial fallito)

  6. #1186
    L'avatar di Alexm
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    632
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    222 Post(s)
    Potenza rep
    8127389
    Citazione Originariamente Scritto da P.A.T. Visualizza Messaggio
    Faccio osservare che la strategia esposta nel III report dell'anno di vendere Celg e GILD per puntare sulle small caps e' stata fallimentare. Gilead e' l'unica ad aver tenuto nel sell-off di questi giorni, cosi' come Celg ha contenuto le perdite per essere una big cap. Le piccole consigliate sono andate tutte a rotoli, come Tesaro, Nektar, Radius e Alnylam.

    Ed infine, batosta ieri per Neurocrine che e' il secondo titolo in portafoglio a causa di un report negativo di Oppenheimer. (Io ho comprato a -12%, perché un report negativo non e' un trial fallito)
    Anch 'io ho approfittato della caduta di Nbix per aumentare leggermente la mia esposizione. Concordo con quanto scrivi sopra. Avevo acquistato Voyager...per poi liquidarla in perdita

  7. #1187
    L'avatar di P.A.T.
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    21,026
    Blog Entries
    4
    Mentioned
    21 Post(s)
    Quoted
    6336 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da Alexm Visualizza Messaggio
    Anch 'io ho approfittato della caduta di Nbix per aumentare leggermente la mia esposizione. Concordo con quanto scrivi sopra. Avevo acquistato Voyager...per poi liquidarla in perdita
    Venduto Neurocrine a 92 (+7% .. IN UN GIORNO SOLO)
    Una delle migliori strategie da attuare sarebbe controllare di volta in volta la genesi dei forti ribassi:

    A) esiste un motivo sostanziale, cioe' fallimento nei trial, annunci di risposte farmacologiche sotto le attese, trimestrali negative etc. ?
    B) esiste un motivo tecnico legato ai vari giudizi di Zacks, Oppen, GS, JPM, etc. senza fatti nuovi sostanziali ?


    Non e' semplice verificare sempre con la dovuta accuratezza se la genesi dei ribassi sia di tipo A oppure B.

    Sul biotech in particolare io agisco negli acquisti mai su A ma preferibilmente solo su B, possibilmente verso il finale di seduta. Nulla vieta che poi i ribassi continuino anche il giorno successivo. In Italia cio' e' accaduto con Ima e Gima dowgradate da Chevreux ed il ribasso e' continuato a lungo, anche dopo la presentazione di fatti di tipo A), peraltro non negativi sia per GIMA di cui si temevano tracolli negli utili sia per IMA.

    Non vi e' certezza se acquistare su fasi di ribasso dovuti a motivi sostanziali o a motivi tecnici possa arrecare vantaggi. Ma di certo sul Biotech Usa non e' saggio acquistare al ribasso o mediando su motivi sostanziali quali i fail.

    Se non si compra sui fail (casomai si compra sulle approvazioni) allora non rimane che acquistare sui motivi tecnici, altrimenti non si entra mai in posizione.

    Vi e' da rilevare che oggi ho incrementato Carl Zeiss di un altro 25%, riportandomi al livello precedente le vendite a 72. Non vi e' infatti alcun evento sul sito che giustifichi il crollo odierno di -3% dopo giornate e giornate di sbandamento. Continuo ad avere fiducia di Carl Zeiss ed ho possibilita' di incrementare ancora in assenza di news negative che non conosco e che ben difficilmente possano arrivare dato il trend pluriennale di crescita e di fiducia acquisito sul titolo.

    IMHO.
    Ciao

  8. #1188
    L'avatar di P.A.T.
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    21,026
    Blog Entries
    4
    Mentioned
    21 Post(s)
    Quoted
    6336 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Produco un esempio di lead competitivo sul genere di quello acquisito negli anni da Carl Zeiss.

    Oggi ho conosciuto un dentista che applica la tecnica flapless, cioe' la tecnica di impianto denti effettuato senza il procedimento usuale di aprire chirurgicamente le gengive.

    Indolore e rapido, esattamente come il Relex di Zeiss.

    Ebbene, il dentista che esegue circa 500 impianti l'anno nella sua piccola struttura, e' occupato con le prenotazioni per questo genere di inteventi fino ad aprile 2019, alla faccia della crisi economica che imperversa tra i dentisti. Eppure il costo non e' economico, circa 3.000 Euro a dente (150 visita, 50 radiografia ortopantografica, 2000 intervento, 700-1000 la corona). Ma il flapless e' un vantaggio competitivo tecnologico tale che sul lungo periodo la concorrenza dentistica comparativa …. e' appiedata .

    Esattamente come il ReLex di Carl Zeiss non teme rivalita' con Lasik o Epilasik.

    Buona serata

  9. #1189
    L'avatar di Alexm
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    632
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    222 Post(s)
    Potenza rep
    8127389
    In effetti le proiezioni od il giudizio di qualche agenzia o banca di investimento spesso è motivo di crolli ingiustificati e decorrelati dalla qualitá reale della societá alla quale si riferiscono. Trovo pertanto condivisibile la strategia da te enunciata.. Per quanto riguarda Neurocrine..mantengo ancora il titolo in portafoglio.
    Buona serata

Accedi