Banche: Atlante si presenta, ecco tutti i numeri del fondo. Raccolti 4,25 miliardi
Il fondo Atlante si presenta alla comunità finanziaria. Con una conferenza stampa, organizzata a Milano, i vertici di Quaestio Capital Management, la sgr che gestisce Atlante, hanno snocciolato tutti i numeri dell'operazione più chiacchierata di qu...
Alitalia assottiglia le perdite a 199 mln nel 2015. Montezemolo: in utile dal 2017
Si riduce con decisione l'ammontare delle perdite per Alitalia. La compagnia aerea conferma l'obiettivo di ritorno all'utile nel 2017. "Tutti i nostri sforzi sono concentrati sul raggiungimento di tale obiettivo. Poche compagnie aeree hanno avviato...
Italia: ancora in deflazione ad aprile nonostante misure Bce
Nonostante le misure straordinarie lanciate dalla Banca centrale europea (Bce) nella zona euro, l'Italia continua a essere in deflazione ad aprile. Secondo le stime preliminari diffuse dall'Istat, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'inte...
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
123 Ultima

  1. #1
    L'avatar di cesarito2
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    189
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    3274853

    Se l'euro salta e avete i soldi in Francia o Germania... che succede?

    Poniamo che per prudenza un cittadino onesto abbia messo buona parte dei risparmi all’estero: in Francia, in Germania, Belgio, ecc. Tutto alla luce del sole.
    Tanti segni ormai ci indicano che l’area euro sta perdendo stabilità.
    La Germania si lamenta e vuole uscirne, la Francia conia monete d'argento "regionali" da 10 euro, l'Olanda non ci voleva nemmeno entrare, ecc.ecc..
    Ora però la domanda sorge spontanea: che succederà ai nostri risparmi se avremo la paventata scissione dall’Euro?
    Dipenderà da tanti fattori, ma io vorrei fare almeno una ipotesi iniziale dalla quale far partire i ragionamenti e le ipotesi:
    mettiamo che la Germania volesse uscire dall’Euro, forse insieme a Francia, Olanda, Belgio, Finlandia, Austria, insomma a chi sta un po’ meglio.
    Cosa succederebbe ai nostri risparmi in euro?
    Certo, dipenderebbe da tante cose, soprattutto dalla politica del Paese in cui avremmo deciso di riporre i nostri risparmi, ma almeno una ipotesi si può tentare?
    Parliamo ad esempio della Francia, che sembra con le sue banche migliori e più affidabili una delle strade più facili e quindi più praticate…
    Io lascerei il passo a persone più preparate di me, per fare se possibile delle ipotesi ragionevoli.. l’argomento non vi stimola?

  2. #2
    L'avatar di kimo
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Messaggi
    7,211
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    il vero pb e' se la germania esce dall'euro ritornando al suo marco o meno...se la germania rimane nell'euro e quindi dovremo ripagare loro il nostro debito in euro, allora ci devono dire in che modo farlo non avendo le risorse... oppure se la germania esce dall'euro, allora certamente ripaghiamo loro i nostri debiti ma con una moneta sicuramente svalutata di parecchio.
    Cmq non penso che un conto aperto da un cittadino italiano in germania possa essere chiuso d'ufficio in caso di uscita dall'euro della germania...l'unione politica dell'europa rimarebbe sempre e con essa la libera circolazione di persone e capitali.
    Una buona alternativa sarebbe la sottoscrizione di tds tedeschi lunghi (almeno 10 anni) xke' se deve essere crisi dell'euro penso che entro i prox 10 anni lo si e' capito...

  3. #3
    L'avatar di cesarito2
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    189
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    3274853

    ..

    ..e invece secondo voi che potrebbe succedere a chi ha i risparmi in Francia?

  4. #4
    L'avatar di skymap
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    17,533
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    28 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Se la francia rimanesse nell'euro i c/c presso le loro banche rimarrebbero tali.

    Che poi le banche francesi, tedesche o belghe siano più solide e affidabili di quelle italiane mi fa un pò sorridere... va bene che ormai l'erba del vicino sembri sempre più verde, ma i salvataggi pubblici fatti per alcuni istituti ce li ricordiamo tutti.

  5. #5
    L'avatar di yoris
    Data Registrazione
    May 2003
    Messaggi
    8,104
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    5 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    c'è un'altra via d'uscita, almeno credo

    la banca Sella ( ma credo anche le altre ) offre il <conto valutario >

    in qualsiasi ora della giornata puoi convertire senza limiti d'importo il tuo capitale di euro in dollari o yen o qualsiasi altra valuta appunto su questo conto in valuta estera

    se dunque pavento un terremoto e converto tutto poniamo in dollari, nel momento in cui viene ufficializzata l'uscita dall'euro e la conseguente svalutazione, io che possego dollari non solo sarei protetto ma ci guadagnerei pure riconvertendoli successivamente

    che ne pensate ?

  6. #6
    L'avatar di sisimomo
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    7,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    ok ma saresti sempre in una banca italiana che potrebbe essere colpita da provvedimenti governativi: blocco dei depositi, conversione forzosa nella nuova valuta, tassa patrimoniale, ecc.

    ovvio che converrebbe, in questo caso ipotetico molto pesante, detenere depositi in paesi più forti

  7. #7

    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    10,949
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    31 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da cesarito2 Visualizza Messaggio
    Poniamo che per prudenza un cittadino onesto abbia messo buona parte dei risparmi all’estero: in Francia, in Germania, Belgio, ecc. Tutto alla luce del sole.
    Tanti segni ormai ci indicano che l’area euro sta perdendo stabilità.
    La Germania si lamenta e vuole uscirne, la Francia conia monete d'argento "regionali" da 10 euro, l'Olanda non ci voleva nemmeno entrare, ecc.ecc..
    Ora però la domanda sorge spontanea: che succederà ai nostri risparmi se avremo la paventata scissione dall’Euro?
    Dipenderà da tanti fattori, ma io vorrei fare almeno una ipotesi iniziale dalla quale far partire i ragionamenti e le ipotesi:
    mettiamo che la Germania volesse uscire dall’Euro, forse insieme a Francia, Olanda, Belgio, Finlandia, Austria, insomma a chi sta un po’ meglio.
    Cosa succederebbe ai nostri risparmi in euro?
    Certo, dipenderebbe da tante cose, soprattutto dalla politica del Paese in cui avremmo deciso di riporre i nostri risparmi, ma almeno una ipotesi si può tentare?
    Parliamo ad esempio della Francia, che sembra con le sue banche migliori e più affidabili una delle strade più facili e quindi più praticate…
    Io lascerei il passo a persone più preparate di me, per fare se possibile delle ipotesi ragionevoli.. l’argomento non vi stimola?
    Cosa vuol dire salta l'euro? L'euro non esiste piu' e tornano le monete nazionali? In tal caso, semplicemente i depositi in Germania sarebbero convertiti in marchi, quelli in Francia in franchi, ecc... Salvo, ovviamente, eventuali al momento non ipotizzabili.

  8. #8
    L'avatar di L.B.Chase
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    1,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    state parlando di cose che non solo voi non conoscete, ma nemmeno chi comanda gli stati e le banche hanno idea di come potrebbero andare. Infatti se i co gli o naz zi che governano la bce avesse idea dei danni che stanno provocando (all'economia europea) lasciando andare l'euro a questi livelli, evidentemente non starebbero lì a girarsi i pollici come dei babbei.

  9. #9
    L'avatar di L.B.Chase
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    1,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    il problema è che come in una partita a scacchi le mosse stupide che si possono fare e le relative conseguenze che possono scatenare sono un'infinità... Dunque come fare a proteggersi contro un'infinità di potenziali conseguenze disastrose?

    Se tu vivevi in argentina prima del default bastava spostare i tuoi soldi in un altro paese con altra valuta per evitare danni. Ma se tu vivi in un intero continente che per effetto domino può saltare, difficilmente ti puoi proteggere mantenendo i tuoi risparmi in valuta. Esiste una sola alternativa che si chiama oro e guarda caso è ai massimi storici...

  10. #10
    L'avatar di totem1959
    Data Registrazione
    Jul 2004
    Messaggi
    30,541
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    24 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Salve, è la prima volta che scrivo in macroeconomia (verginello )

    ma il tema mi interessa...

    dico molto cautamente la mia:

    se l'euro dovesse saltare, non credo basti avere un conto in valuta...

    invece sono convinto che bisognerebbe portare il proprio denaro in modo legale, ergo dichiarando, al estero in nazione fuori dalla zona euro/USD... la nazione di sempre, la Svizzera, convertire in Franchi svizzeri dovrebbe dare alcune sicurezze.
    -1) se fallisce l'euro al cambio attuale sarebbe vantaggioso.

    -2) se fallisce la nazione (non dimentichiamoci che noi siamo l'Italia e non la Germania) non si correrebbe al rischio Argentina... in Argentina in moltissimi avevano il conto in dollari americani, in contemporanea al default argentino, le banche cambiavano i conti da dollar a australes (se non erro era quella la moneta d'allora) poi congelarono i conti per 2-3 mesi.. quando la buriana si era calmata tutti i conti avevano lo stesso valore nominale della data del congelamento ma la moneta si era deprezzata del 80%...

    -3) comprare monete in oro e argento o lingotti d'oro ( sempre in Germania era possibile acquistare ligottini da 50 gr ma depositarle sempre in svizzera... delle monete è lingotti si conosce il vero valore intrinseco... chiaro subirà l'andamento del metallo che oggi è alle stelle, ma ce chi dice che l'oro potrebbe arrivare a 4000$.

Accedi