Giorgio Griffa 3.0 - Pagina 3
Piazza Affari sorride nonostante freno Unicredit, Saipem arrotonda a +45% il bottino ytd
Martedì intonato al rialzo per Piazza Affari che torna a salire grazie anche alla sponda dell?ottima asta Ctz, con tassi di assegnazione dimezzati rispetto a un mese fa. Il Ftse …
BNP Paribas mette l?accento sugli ESG nella nuova gamma di ETF quotati a Milano
BNP Paribas Asset Management (BNPP AM) lancia oggi su Borsa Italiana 7 nuovi ETF e riafferma la sua posizione in ambito ESG. Questa gamma si aggiunge ai precedenti 15 ETF …
Sabaf: titolo in calo circa del 2% dopo i conti 2018
Sabaf ha pubblicato i conti del 2018 che evidenziano ricavi di vendita pari a 150,6 milioni, superiori dello 0,3% rispetto ai 150,2 milioni del 2017 (-2,4% a parità di area …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
Prima 12345 Ultima

  1. #21
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    26,698
    Mentioned
    140 Post(s)
    Quoted
    5323 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    quando non si vuole fare un catalogo in vita
    una ragione c'è sempre

    Kounellis insegna
    ma non solo lui.

  2. #22
    L'avatar di smw85
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    1,359
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    382 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    quando non si vuole fare un catalogo in vita
    una ragione c'è sempre

    Kounellis insegna
    ma non solo lui.
    Hai ragione Alessandro, un pò come chi ha un discreto patrimonio e non fa testamento.
    Stessa cassata, stesse conseguenze.

  3. #23

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    7,793
    Mentioned
    66 Post(s)
    Quoted
    2466 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Certo che scrivere a vanvera ormai è la vera missione del fol, Mod compreso. Quando mai Griffa ha dichiarato che non vuole fare il Catalogo? La frase riportata da Lory è questa:
    "...Non ho mai pensato a un catalogue raisonné e ho una mente che riesce a contaminare tutti i ricordi, del resto è proprio la contaminazione uno dei meccanismi da cui ha origine la vita. Quindi sono più attento ai percorsi mentali costruttivi e connettivi che a quelli di riepilogo, per cui mi trovo in difficoltà a trovare o designare un numero 1."
    Mi sembra che il senso dell'argomentazione sia del tutto diverso. Sta parlando del senso del suo lavoro.
    Inoltre chiunque abbia avuto occasione di avviare la pratica di archiviazione di un'opera, può facilmente constatare che l'Archivio si sta muovendo proprio per la preparazione del Catalogo, con tanto di schede fin troppo dettagliate (10 pagine di dati e informazioni !!)
    Mah...!
    Ultima modifica di accipicchia; 21-01-19 alle 15:00

  4. #24

    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    1,879
    Mentioned
    87 Post(s)
    Quoted
    839 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Surreale semplicemente surreale….

  5. #25

    Data Registrazione
    May 2015
    Messaggi
    773
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    296 Post(s)
    Potenza rep
    41242197
    Citazione Originariamente Scritto da accipicchia Visualizza Messaggio
    Indubbiamente gli anni 70 sono anni particolari se non altro per la forza intrinseca che aveva quel tipo di pittura (Analitica) in contrapposizione praticamente a tutti gli altri modi di fare Arte (cito a memoria, non in ordine, concettuale, minimal, arte povera, body art, pop americana, arte programmata, cinetismi vari, nouveau realisme, ecc.) Poteva essere un'Arte rivoluzionaria, ma quei "pittori" che volevano chiamarsi proprio "pittori" non hanno avuto nè il traino di un critico militante (Filiberto Menna era un ottimo teorico ma un pessimo propagandista), nè la volontà di creare un fronte di tipo politico cosa che in quegli anni difficili sarebbe servita molto. Solo in Francia, Support/Surface ebbe un connotato politico sin troppo forte e proprio per questo naufragò dopo pochissimi anni. Ritornando agli anni 70 quindi, Griffa sin dall'inizio fu considerato il più importante e riconosciuto esponente (di qui le collaborazioni con Martano, Sperone, Ileana Sonnabend) e al tempo stesso il più credibile (l'unico a sviluppare un robusto impianto teorico). Penso che la sua produzione di quegli anni sia particolarmente significativa e per questo la più ricercata. A questo aggiungerei l'innegabile eleganza dell'essenzialità dei suoi segni, che poi si trasformerà gradualmente in qualcosa di più pesante (per es. i Segni diversi di fine anni 70), o di più complesso e per certi versi più "decorativo" (e in certi periodi "più brutto!"): più colore (per es. i Campi negli anni 80), segni più elaborati (per es. gli Arabeschi negli anni 90), ecc.
    E' vero comunque che un po' tutti i periodi segnano un alternarsi di opere ben riuscite e di opere "buttate là". Il "non finito" è la costante presente in ogni periodo: soprattutto nella serie più recente, la Sezione Aurea, questo "non finito" abbinato all'"infinito" del numero che non termina mai avvitandosi nell'ignoto, trova la teorizzazione più alta. Non a caso il famigerato Americano che sta proponendo tutti i cicli, sembra avere un particolare interesse per quest'ultimo.
    Limite un po' italiano quello di creare "gruppi" e "gruppetti".
    Nel nostro mercato Griffa è associato SOLO al periodo analitico degli anni '70. La sua ricerca invece è andata ben oltre.
    Dei suoi compagni di viaggio è stato l'unico a portare avanti una ricerca coerente e di spessore culturale.
    Il ciclo del "Canone Aureo" è davvero troppo sottovalutato.

  6. #26
    L'avatar di Adriano.Meis
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    2,302
    Blog Entries
    2
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    562 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da accipicchia Visualizza Messaggio
    Certo che scrivere a vanvera ormai è la vera missione del fol, Mod compreso.
    ...
    Sta parlando del senso del suo lavoro.

    Inoltre chiunque abbia avuto occasione di avviare la pratica di archiviazione di un'opera, può facilmente constatare che l'Archivio si sta muovendo proprio per la preparazione del Catalogo, con tanto di schede fin troppo dettagliate (10 pagine di dati e informazioni !!)
    Mah...!

  7. #27
    L'avatar di Adriano.Meis
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    2,302
    Blog Entries
    2
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    562 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da artepassion Visualizza Messaggio
    Quando scrivi del prendere le distanze dalla pittura analitica mi viene da sorridere.
    Molto probabilmente aveva preso consapevolezza di quanto qui sul forum andiamo dicendo da una vita riguardo la valenza dell’analitica sullo scenario internazionale, cioè non significativo.
    Detto ciò però è troppo comodo defilarsi tentando di rifarsi il pedegree per poi andarsi ad allocare dove ? In quale ambito ?
    Tutto questo non funziona fermo restando che Griffa rimane un ottimo Artista italiano senza voli pindarici internazionali e pretese di mercato fuori da ogni logica.
    .
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Giorgio Griffa 3.0-9d507f91-1694-43f1-9354-124c1b9194aa.jpg  

  8. #28

    Data Registrazione
    Nov 2018
    Messaggi
    49
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    49 Post(s)
    Potenza rep
    1717988
    Citazione Originariamente Scritto da accipicchia Visualizza Messaggio
    Certo che scrivere a vanvera ormai è la vera missione del fol, Mod compreso. Quando mai Griffa ha dichiarato che non vuole fare il Catalogo? La frase riportata da Lory è questa:
    "...Non ho mai pensato a un catalogue raisonné e ho una mente che riesce a contaminare tutti i ricordi, del resto è proprio la contaminazione uno dei meccanismi da cui ha origine la vita. Quindi sono più attento ai percorsi mentali costruttivi e connettivi che a quelli di riepilogo, per cui mi trovo in difficoltà a trovare o designare un numero 1."
    Mi sembra che il senso dell'argomentazione sia del tutto diverso. Sta parlando del senso del suo lavoro.
    Inoltre chiunque abbia avuto occasione di avviare la pratica di archiviazione di un'opera, può facilmente constatare che l'Archivio si sta muovendo proprio per la preparazione del Catalogo, con tanto di schede fin troppo dettagliate (10 pagine di dati e informazioni !!)
    Mah...!
    Fiato sprecato...
    Moderatori che parlano male di alcuni artisti che retrodatano e che poi incensano altri tipo Paolini....
    Chiamali moderatori!!!
    Dovevano scrivere “untori”
    di boetti e di Paolini!
    Ovviamente scherzo non vorrei che il castigatore fosse bannato!

    Però un fondo di verità.....

    Che poi se venisse fuori qualche voce su Paolini....cascherebbe il mondo! Però non creiamo altri tormentoni da bar

  9. #29
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    3,584
    Mentioned
    58 Post(s)
    Quoted
    1838 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Volevo precisare, a scanso di equivoci, che non ho mai avuto pensieri reconditi sulle motivazioni alla base della mancanza di un catalogo ragionato ma semplicemente dal lato utente lamentare una difficoltà di reperire una fonte informativa autentica e unificata collegata direttamente all'artistanelle varie forme, vista la rilevanza.
    Che poi tocchi a Griffa o ad altri predisporla non sta a me stabilirlo ma di sicuro non aiuta a fare conoscere lui e la sua produzione.

    Concordo con D83 sulla coerenza e continuità dell'evoluzione e sulla ricchezza di contenuti letta a volte con eccessiva superficialità.
    In un aneddoto racconta di aver partecipato ad un concorso romano per la realizzazione di un mosaico. Da artisti che bazzicavano i corridoi in attesa di notizie venne a sapere che un commissario uscendo commentò con entusiasmo il successo dell'iniziativa a cui avevano aderito inviando materiali anche i bambini! Avevano esaminato il suo lavoro... da allora non partecipò più ad altri bandi.

  10. #30
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    26,698
    Mentioned
    140 Post(s)
    Quoted
    5323 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da IlCastigatore Visualizza Messaggio
    Ovviamente scherzo non vorrei che il castigatore fosse bannato!
    Però un fondo di verità.....
    Che poi se venisse fuori qualche voce su Paolini....cascherebbe il mondo! Però non creiamo altri tormentoni da bar
    ah ah ah
    vai tranquillo che in caso di voci od ombre su Paolini sarei il primo a pubblicarlo.

    Del resto questo FOL non è arte modadori, non abbiamo sponsor e la libertà di parola è ancora l'unica nostra risorsa.

    quindi nessun ban, ma scherzi?

Accedi