Antonio Donghi - Pagina 3
Il “morbo insanabile” dell’economia italiana tra squilibrio conti e nuovo rischio recessione
Il crollo del ponte Morandi a Genova come emblema dei mali che attanagliano l’Italia tra debito ai massimi di sempre, equilibrio tra entrate e uscite fuori controllo, crescita in rallentamento …
Edwards (SocGen): recessione entro 6 mesi. Le tre grandi analogie con giugno 2007
Fra sei mesi entreremo in recessione: la previsione nefasta arriva da Albert Edwards di Société Générale il quale evidenzia il cambio di rotta in atto nel mercato obbligazionario statunitense. A …
Trump sogna l?S&P 500 a 3.000 prima di elezioni midterm, possibile cambio toni verso Pechino e UE
Wall Street torna a ruggire con gli indici Usa freschi dei record toccati ieri. L’indice Dow Jones Industrial Average ha riportato ieri il massimo intraday di tutti i tempi salendo …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #21
    L'avatar di NonOmnisMoriar
    Data Registrazione
    Mar 2017
    Messaggi
    359
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    201 Post(s)
    Potenza rep
    17828064
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    Sarò l'unica voce fuori dal coro ma pur riconoscendogli qualità e riferimenti colti mi lascia una sensazione di disagio, di incomunicabilità e di straniamento che va oltre la fissità da mondo "congelato".

    Composizioni a prima vista unitarie e plastiche curate fin nei minimi dettagli, anche deliziosi non nascondo, e con gran gusto del colore lasciano comunque trasparire un elemento distonico, un equilibrio precario, un troppo posato, uno sguardo obliquo, un elemento imprevisto o sorprendente, il tutto fuori dallo spazio e dal tempo con una persistente impressione di finzione e inganno.
    In una parola una pittura "inquietante"!
    Lori, è la tua rispettabillissima opinione, peraltro non distante dal vero (in particolare pensando a certi interni di Donghi).
    Non ti inquieti e ti tenga a distanza tutto ciò, tuttavia. Se ne avrai occasione (almeno che tu non lo abbia già fatto), guarda un suo dipinto dal vero: vi troverai molto altro.
    Credimi: Donghi è un autore che ti aiuta a godere della pittura, prima ancora che del soggetto (ove, come tu, con sensibilità, hai notato, talvolta dissimula remote risonanze e profonde inquietudini della propria dolorosa esistenza).

  2. #22
    L'avatar di claramia
    Data Registrazione
    Aug 2001
    Messaggi
    156
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    56 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    Sarò l'unica voce fuori dal coro ma pur riconoscendogli qualità e riferimenti colti mi lascia una sensazione di disagio, di incomunicabilità e di straniamento che va oltre la fissità da mondo "congelato".

    Composizioni a prima vista unitarie e plastiche curate fin nei minimi dettagli, anche deliziosi non nascondo, e con gran gusto del colore lasciano comunque trasparire un elemento distonico, un equilibrio precario, un troppo posato, uno sguardo obliquo, un elemento imprevisto o sorprendente, il tutto fuori dallo spazio e dal tempo con una persistente impressione di finzione e inganno.
    In una parola una pittura "inquietante"!
    Non sei la sola, Lory, a discostarti tra tali numerosi peana.

    Però non userei il termine "inquietante" ma, per la mia sensibilità, "scostante".
    Donghi, terminato il dipinto, chiude la porta dietro di sé, non opera per l'eventuale lettore ma per se stesso e non vuole che lo spettatore, poi, dialoghi con lui.

    Tende alla perfezione tecnica di soggetto, sia onirico che naturalistico, e tratto senza lanciare messaggi, il suo è un mondo personale, certamente attraente e colto, ma completamente definito all'interno, senza aperture. Manca del respiro che possiedono i veri maestri.
    Specie di suoi contemporanei che hanno rivoluzionato la storia dell'arte.

  3. #23
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    3,266
    Mentioned
    56 Post(s)
    Quoted
    1623 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da NonOmnisMoriar Visualizza Messaggio
    Lori, è la tua rispettabillissima opinione, peraltro non distante dal vero (in particolare pensando a certi interni di Donghi).
    Non ti inquieti e ti tenga a distanza tutto ciò, tuttavia. Se ne avrai occasione (almeno che tu non lo abbia già fatto), guarda un suo dipinto dal vero: vi troverai molto altro.
    Credimi: Donghi è un autore che ti aiuta a godere della pittura, prima ancora che del soggetto (ove, come tu, con sensibilità, hai notato, talvolta dissimula remote risonanze e profonde inquietudini della propria dolorosa esistenza).
    Di lui ricordo con certezza Margherita, la fanciulla con il cesto delle mele perchè visto dal vivo poco tempo fa e postato a suo tempo credo anche da Brixia. Ho tentato di mantenere distinta valutazione della pittura da inclinazione personale proprio per non creare ambiguità.

    Scrissi a suo tempo che nel collezionismo dovrei conugare input intellettuale improntato a linearità quasi minimal e rigore con elementi armonici e benessere "spirituale", luce colore e poesia forse anche come contrappeso e appagamento della mia componente emotiva, anche se un amico mi rimprovera la contraddizione di acquistare spesso lavori un pò meafisici, architetture rigide che forse soddusfano la prima delle due componenti citate.
    Questo per dire che nulla da obiettare sulla sua collocazione in musei o collezioni importanti ma non rientra nei miei "sogni proibiti" o forse dovrei dire non è nelle mie corde!

  4. #24

    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    933
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    404 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Nel thread dedicato ad Antonio Donghi, mi sembra doveroso ricordare
    la collezione di Francesco e Chiara Carraro ( Nuovo look per Ca’ Pesaro a Venezia | Artribune )
    - dallo scorso anno ottenuta in deposito a lungo termine dalla fondazione veneziana -

    A Collector's Life

    Antonio Donghi-cattura.jpg

    Opere dell'arte contemporanea in foto d'epoca, arredi, case di collezionisti, dimore


  5. #25
    L'avatar di NonOmnisMoriar
    Data Registrazione
    Mar 2017
    Messaggi
    359
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    201 Post(s)
    Potenza rep
    17828064
    Citazione Originariamente Scritto da claramia Visualizza Messaggio
    Non sei la sola, Lory, a discostarti tra tali numerosi peana.

    Però non userei il termine "inquietante" ma, per la mia sensibilità, "scostante".
    Donghi, terminato il dipinto, chiude la porta dietro di sé, non opera per l'eventuale lettore ma per se stesso e non vuole che lo spettatore, poi, dialoghi con lui.

    Tende alla perfezione tecnica di soggetto, sia onirico che naturalistico, e tratto senza lanciare messaggi, il suo è un mondo personale, certamente attraente e colto, ma completamente definito all'interno, senza aperture. Manca del respiro che possiedono i veri maestri.
    Specie di suoi contemporanei che hanno rivoluzionato la storia dell'arte.
    Mai sentito tante amenità. Libero/a, tu, di scriverle, io di sganasciarmi dalle risate.

  6. #26
    L'avatar di claramia
    Data Registrazione
    Aug 2001
    Messaggi
    156
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    56 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da NonOmnisMoriar Visualizza Messaggio
    Mai sentito tante amenità. Libero/a, tu, di scriverle, io di sganasciarmi dalle risate.
    Orazio – Quinto Orazio Flacco – è uno dei miei autori latini preferiti.
    Arguto, attento scrutatore del suo intorno e dell'animo umano, ha il dono di grande ironia, anche se, diremmo, con una leggera puzzetta sotto il naso, lui figlio di un liberto, per l'appartenenza ad un ristretto gruppo culturale.

    Specie nelle Odi è un piacere la sua descrizione dell'epoca e la sua filosofia di vita sempre a metà tra il rigore morale, la netta divisione tra bene e male, e il carpe diem da filosofico distacco, con l'eccezione di una trombonata galattica in cui cade nell'”exegi monumentum aere perennius” che liberamente tradotto suona oggi come “ho scritto un capolavoro che sarà più longevo dell'acciaio inox”.
    Non esistendo all'epoca l'acciaio inox, ha usato il bronzo.

    Capisco perchè ivi hai tratto il tuo nick-name.

  7. #27

    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    110
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    10 Post(s)
    Potenza rep
    6531351
    Ho visto dal vivo alcune opere di Donghi, mi hanno messo i "brividi", a mio parere personale un grandissimo, complimenti a chi ha aperto la discussione. Purtroppo non ho mai avuto la capacità economica per comprarlo ...

  8. #28
    L'avatar di NonOmnisMoriar
    Data Registrazione
    Mar 2017
    Messaggi
    359
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    201 Post(s)
    Potenza rep
    17828064
    Citazione Originariamente Scritto da Art1960 Visualizza Messaggio
    Ho visto dal vivo alcune opere di Donghi, mi hanno messo i "brividi", a mio parere personale un grandissimo, complimenti a chi ha aperto la discussione. Purtroppo non ho mai avuto la capacità economica per comprarlo ...
    Non importa, caro Art1960. Non si può avere tutto nella vita. Ma la sensibilità e il buon gusto, che tu dimostri di avere, non hanno ugualmente prezzo. Un caro saluto.

  9. #29

    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    784
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    370 Post(s)
    Potenza rep
    26428872
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    Sarò l'unica voce fuori dal coro ma pur riconoscendogli qualità e riferimenti colti mi lascia una sensazione di disagio, di incomunicabilità e di straniamento che va oltre la fissità da mondo "congelato".

    Composizioni a prima vista unitarie e plastiche curate fin nei minimi dettagli, anche deliziosi non nascondo, e con gran gusto del colore lasciano comunque trasparire un elemento distonico, un equilibrio precario, un troppo posato, uno sguardo obliquo, un elemento imprevisto o sorprendente, il tutto fuori dallo spazio e dal tempo con una persistente impressione di finzione e inganno.
    In una parola una pittura "inquietante"!
    Perché fuori dal coro? Secondo me hai fatto una descrizione perfetta e per niente negativa. Riuscire a provocare tutte queste sensazioni e impressioni, pur con soggetti apparentemente ordinari, è la qualità di Donghi e non mi sembra poco.

  10. #30

    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    110
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    10 Post(s)
    Potenza rep
    6531351
    Citazione Originariamente Scritto da NonOmnisMoriar Visualizza Messaggio
    Non importa, caro Art1960. Non si può avere tutto nella vita. Ma la sensibilità e il buon gusto, che tu dimostri di avere, non hanno ugualmente prezzo. Un caro saluto.
    Ringrazio con stima, aggiungo qualche immagine dal mio piccolo archivio dei "preferiti"

    Allegato 2494172Antonio Donghi-land2.jpgAntonio Donghi-donna.jpgAntonio Donghi-land3.jpg

Accedi