Antonio Scaccabarozzi - Pagina 2
Francia sfora tetto 3%, l’Italia vuole stesso trattamento. Ecco perchè l’Ue (e il mercato) la pensano diversamente
Francia e Italia, così vicine così lontane. Mentre l?Italia tratta a oltranza con Bruxelles sulla manovra di bilancio, il presidente francese Emmanuel Macron ha dovuto cedere alle pressioni del movimento …
Tasso Btp sotto muro 3%, Conte offrirà in dono all’UE un deficit al 2%. Spread ‘reale’ giù di 70 pb dai massimi
Lo spread mette indietro le lancette di 2 mesi e mezzo toccando i minimi dal 28 settembre. E’ un vero e proprio rally quello odierno dei BTP in attesa dell’incontro …
Wall Street tonica, si guarda a Usa-Cina in attesa della Fed
Wall Street si muove in deciso rialzo, dopo una seduta interlocutoria. I principali indici statunitensi mostrano nei primi minuti di scambio rialzi superiori all’1%. Gli investitori guardano con speranza al …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
123412 Ultima

  1. #11
    L'avatar di dvdnavas
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    3,228
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    914 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da pozzi55 Visualizza Messaggio
    Purtroppo non ho mai avuto sue opere (spero in futuro) e quindi l’Archivio non so come lavora.
    Mi fido del moderatore :-)
    Ma sulle gallerie presenti e future qualcuno ne sa di più?
    Beh direi poi che hai tralasciato al Galleria Monopoli

    Antonio Scaccabarozzi : GALLERIAMONOPOLI

    Ricordo anche qui una bella mostra sui suoi "polietilene" curata da Gualdoni
    qui hai le foto

    • 2016_01 - Antonio Scaccabarozzi. Dello spazio e della luce, Galleria Monopoli, Milano (I)
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Antonio Scaccabarozzi-cc947675ce0ac0c98617f27425843c35_xl.jpg  
    Ultima modifica di dvdnavas; 18-01-18 alle 12:47

  2. #12
    L'avatar di dvdnavas
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    3,228
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    914 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Un match generazionale in questo capitolo di “Versus”: il professor Renato Barilli, critico militante con settant’anni di onorata carriera alle spalle, dialoga con Ilaria Bignotti, classe 1979, storica dell’arte e curatrice, tra i promotori del progetto teorico e culturale di “Resilienza italiana”.

    Parola a Renato Barilli e Ilaria Bignotti | Artribune

  3. #13
    L'avatar di dvdnavas
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    3,228
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    914 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da artebrixia Visualizza Messaggio
    aggiungo la serietà dell'archivio

    Archivio Antonio Scaccabarozzi
    Lettera aperta di Anastasia Scaccabarozzi | Artribune

    CHI ERA SCACCABAROZZI

    Scaccabarozzi non era un artista “famoso” e nemmeno tanto “quotato”. Aveva creato un suo, esiguo mercato essenzialmente in Germania, dovuto alle gallerie con cui lavorava ancora mentre in Italia, dopo un discreto successo grazie alla Galleria Lorenzelli di Bergamo (alla metà degli anni 70) e la stima che manifestava per lui il grande amico Antonio Calderara, veniva gradualmente dimenticato. Anche se le sue amicizie artistiche, basate su progetti espositivi comuni, in passato, erano di prim’ordine e il rispetto e la stima, vera stima, per lui da parte di molti artisti importanti, di critici, di teorici, e di galleristi, era grande, sincero e testimoniato da me, Antonio Scaccabarozzi veniva, nei primi anni del 2000, invitato solo a delle mostre estremamente marginali… Ma, continuava a lavorare e ad evolvere, secondo lui, ovviamente, dai primi anni 60 all’agosto del 2008. Scaccabarozzi non ha fatto altro che essere un artista e non ci teneva assolutamente a fare altro; per lui, vivere del suo lavoro, solo quello che attualmente creava e non quello che aveva in passato prodotto, era l’unico modo di esistere. Viveva completamente dedicato alla sua arte.
    Ho raccontato in breve questo essenziale background per far capire che io, ora, ero l’”erede universale” di un artista che ha prodotto molto, che ha venduto molto, ma che, paradossalmente era fuori di quello che si chiama” mercato” e che io, anche per amore e rispetto, dovevo far riemergere! Immagino che molti eredi di artisti si possano riconoscere nel racconto di questa situazione.


    LE SIRENE DEL MERCATO

    “Far riemergere” non significa solo “vendere” le opere per campare, o, come mi indicavano in modo fermo e a volte perfino offensivo alcuni personaggi, “vivere meglio”. Nel mio caso c’era anche la convinzione reale del valore dell’artista dato che io, fino all’età di allora, sia per studio che per lavoro, non ho fatto altro che studiare i percorsi degli artisti. Questa convinzione non poteva e non doveva per forza coincidere in modo automatico con l’affermazione dell’artista sul mercato. Capisco benissimo parenti ed eredi di artisti che si trovano in una situazione analoga e che non hanno nemmeno i mezzi -essenziali – della mia valutazione. Come fare? Attorno a te hai tante “sirene” che in modo di solito sommario, sperimentale e comunque assolutamente non scientifico, ai limiti del truffaldino, cercano di convincerti di “cedere” o di voler “ritirare” per “lanciare” attraverso “operazioni”…. Non so quale angelo mi ha preservato dal non commettere tali colossali errori, di non cascare in queste trappole lusinghiere ma riesco a capire e provare empatia per chi cede per stanchezza, per bisogno, per incompetenza, per faciloneria e non sempre per avidità.

    GLI ARCHIVI

    La parola Archivio (ne parliamo lungamente nella nostra rubrica Talk Show, ndr) ha magicamente illuminato la mia strada un paio di anni dopo la morte di Scaccabarozzi, e se devo essere sincera è stata lanciata come idea da realizzare proprio da una galleria di giovani e non dalle gallerie storiche di Scaccabarozzi, situate soprattutto in Germania. Non finirò mai di ringraziarli per la delicatezza e l’intuizione che hanno avuto nei confronti dell’artista! Sicuramente ai tempi, né questi giovani e né tantomeno io avevamo le idee chiare su cosa fosse un Archivio, quanto lavoro, tempo, denaro e infine dedizione richiedeva. È passato un altro anno per capire che non poteva essere solo un servizio di autenticazione delle opere di mio marito e di qualche occasionale vendita di un periodo che veniva chiamato, non da me, “storico” prima ancora di tentare una storicizzazione vera dell’artista! Già, storicizzazione, valorizzazione, ma come si potrebbe arrivare a realizzare questi percorsi solo esponendo i lavori in galleria o nelle fiere o ancora nelle aste? Dopo aver sentito varie versioni contrastanti su cosa sia un Archivio e soprattutto su come si organizza e avendo, per mia grande fortuna a disposizione il magnifico libro mastro di Antonio Scaccabarozzi, dove tutto il suo operato era stato annotato dall’artista stesso, mi sono decisa a fare delle scelte radicali.

    Continua....

  4. #14
    L'avatar di dvdnavas
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    3,228
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    914 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Tre generazioni... durante la mostra Variabile alla Fondazione Calderara!
    Immagini Allegate Immagini Allegate Antonio Scaccabarozzi-catalogovariabile16-1-.jpg 

  5. #15

    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    501
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    154 Post(s)
    Potenza rep
    3976970
    La galleria 10amart lo presenterà al prossimo Miart
    Da quello che ho capito inizierà da Miart la collaborazione tra l’Archivio e la galleria
    10 A.M. ART Gallery | 10 A.M. ART Galleria d'Arte | Milano | Italy

  6. #16
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    25,831
    Mentioned
    137 Post(s)
    Quoted
    4977 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da dvdnavas Visualizza Messaggio
    Tre generazioni... durante la mostra Variabile alla Fondazione Calderara!
    grazie

  7. #17
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    25,831
    Mentioned
    137 Post(s)
    Quoted
    4977 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    allestimento di 'Passerella' (Essenziali), 1993
    Immagini Allegate Immagini Allegate Antonio Scaccabarozzi-1.jpg 

  8. #18
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    25,831
    Mentioned
    137 Post(s)
    Quoted
    4977 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    superficie modulata, 1969
    Immagini Allegate Immagini Allegate Antonio Scaccabarozzi-3.jpg 

  9. #19
    L'avatar di artepassion
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    3,811
    Mentioned
    45 Post(s)
    Quoted
    727 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da dvdnavas Visualizza Messaggio
    Lettera aperta di Anastasia Scaccabarozzi | Artribune

    CHI ERA SCACCABAROZZI

    Scaccabarozzi non era un artista “famoso” e nemmeno tanto “quotato”. Aveva creato un suo, esiguo mercato essenzialmente in Germania, dovuto alle gallerie con cui lavorava ancora mentre in Italia, dopo un discreto successo grazie alla Galleria Lorenzelli di Bergamo (alla metà degli anni 70) e la stima che manifestava per lui il grande amico Antonio Calderara, veniva gradualmente dimenticato. Anche se le sue amicizie artistiche, basate su progetti espositivi comuni, in passato, erano di prim’ordine e il rispetto e la stima, vera stima, per lui da parte di molti artisti importanti, di critici, di teorici, e di galleristi, era grande, sincero e testimoniato da me, Antonio Scaccabarozzi veniva, nei primi anni del 2000, invitato solo a delle mostre estremamente marginali… Ma, continuava a lavorare e ad evolvere, secondo lui, ovviamente, dai primi anni 60 all’agosto del 2008. Scaccabarozzi non ha fatto altro che essere un artista e non ci teneva assolutamente a fare altro; per lui, vivere del suo lavoro, solo quello che attualmente creava e non quello che aveva in passato prodotto, era l’unico modo di esistere. Viveva completamente dedicato alla sua arte.
    Ho raccontato in breve questo essenziale background per far capire che io, ora, ero l’”erede universale” di un artista che ha prodotto molto, che ha venduto molto, ma che, paradossalmente era fuori di quello che si chiama” mercato” e che io, anche per amore e rispetto, dovevo far riemergere! Immagino che molti eredi di artisti si possano riconoscere nel racconto di questa situazione.


    LE SIRENE DEL MERCATO

    “Far riemergere” non significa solo “vendere” le opere per campare, o, come mi indicavano in modo fermo e a volte perfino offensivo alcuni personaggi, “vivere meglio”. Nel mio caso c’era anche la convinzione reale del valore dell’artista dato che io, fino all’età di allora, sia per studio che per lavoro, non ho fatto altro che studiare i percorsi degli artisti. Questa convinzione non poteva e non doveva per forza coincidere in modo automatico con l’affermazione dell’artista sul mercato. Capisco benissimo parenti ed eredi di artisti che si trovano in una situazione analoga e che non hanno nemmeno i mezzi -essenziali – della mia valutazione. Come fare? Attorno a te hai tante “sirene” che in modo di solito sommario, sperimentale e comunque assolutamente non scientifico, ai limiti del truffaldino, cercano di convincerti di “cedere” o di voler “ritirare” per “lanciare” attraverso “operazioni”…. Non so quale angelo mi ha preservato dal non commettere tali colossali errori, di non cascare in queste trappole lusinghiere ma riesco a capire e provare empatia per chi cede per stanchezza, per bisogno, per incompetenza, per faciloneria e non sempre per avidità.

    GLI ARCHIVI

    La parola Archivio (ne parliamo lungamente nella nostra rubrica Talk Show, ndr) ha magicamente illuminato la mia strada un paio di anni dopo la morte di Scaccabarozzi, e se devo essere sincera è stata lanciata come idea da realizzare proprio da una galleria di giovani e non dalle gallerie storiche di Scaccabarozzi, situate soprattutto in Germania. Non finirò mai di ringraziarli per la delicatezza e l’intuizione che hanno avuto nei confronti dell’artista! Sicuramente ai tempi, né questi giovani e né tantomeno io avevamo le idee chiare su cosa fosse un Archivio, quanto lavoro, tempo, denaro e infine dedizione richiedeva. È passato un altro anno per capire che non poteva essere solo un servizio di autenticazione delle opere di mio marito e di qualche occasionale vendita di un periodo che veniva chiamato, non da me, “storico” prima ancora di tentare una storicizzazione vera dell’artista! Già, storicizzazione, valorizzazione, ma come si potrebbe arrivare a realizzare questi percorsi solo esponendo i lavori in galleria o nelle fiere o ancora nelle aste? Dopo aver sentito varie versioni contrastanti su cosa sia un Archivio e soprattutto su come si organizza e avendo, per mia grande fortuna a disposizione il magnifico libro mastro di Antonio Scaccabarozzi, dove tutto il suo operato era stato annotato dall’artista stesso, mi sono decisa a fare delle scelte radicali.

    Continua....
    Evviva la sincerità.........

  10. #20
    L'avatar di artepassion
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    3,811
    Mentioned
    45 Post(s)
    Quoted
    727 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Giusto dare ordine, dignità e visibilità al buon Scaccabarozzi nella consapevolezza però di non farsi illusioni riguardo le sue quotazioni future, altrimenti saremmo alle solite cioè saremmo difronte ad un altra storia come altre già viste e trattate sul forum con fiumi di interventi. I nomi che hanno contato in quell’ambito sono arcinoti e non tutti hanno quotazioni elevate anzi molti hanno quotazioni sottodimensionate ed oggi costano meno di Scaccabarozzi, Morandini, Grignani etc...con buona pace della giovane galleria che si da un gran da fare per realizzare i suoi business. Saluti
    Ultima modifica di artepassion; 06-04-18 alle 22:54

Accedi