Diritto di seguito - Pagina 2
Fine QE: Draghi chiude la porta, ma non getta la chiave. Ormai inciso nel DNA della Bce
La fine del piano non significa fine della politica monetaria accomodante, che rimarrà in essere, soprattutto alla luce del recente rallentamento dell'economia, provocato da fattori come il protezionismo, i timori …
I 5 fattori che influenzeranno gli investimenti nel 2019 e le tre strategie per affrontarli
Cinque i fattori che influenzeranno gli investimenti nel 2019 secondo Andrew Milligan, Head of Global Strategy di Aberdeen Standard Investments che delinea anche tre strategie per affrontarli al meglio in …
Brexit: Theresa May sopravvive a golpe Brexiter. Ma Ue frena su backstop
Theresa May è riuscita a sopravvivere alla mozione di sfiducia presentata dall’ala dei Brexiter più ultrà del suo partito, rimandendo leader del partito dei Tory: una vittoria amara, però, visto …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
1234 Ultima

  1. #11

    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    4,128
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    575 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    [QUOTE=batteristasinest;41205584]Solamente un appunto sulla SIAE che gestisce il diritto di seguito, almeno sin'ora.
    Il presidente sino al 2013 era gino paoli, dunque chiedete a lui delucidazioni, tra i fondatori ci sono nomi illustrissimi, come Carducci, verga,verdi, lombroso ecc ecc.Nota degna di essere ben intesa è che all'interno della siae le decisioni non si prendono a votazione con ugual peso per tutti i soci ma il peso del voto è relazionato ai proventi percepiti (ecco perché ho scritto e azzardato alcune cose sul liscio...ma era una battuta).Va anche tenuto presente che dal febbraio del 2014 una direttiva europea ha messo fine al monopolio della SIAE sul diritto d'autore, dunque dal febbraio 2014 si sono aperti nuovi scenari relativamente alla tutela del diritto d'autore.In Italia si fa strada ad esempio la Soundreef, ma prevedo che lo scenario si espanda.
    OK, lo dovevo per completezza di informazione.
    Poi, è chiaro, che ognuno è libero di pensare e dubitare sulla fondatezza e utilità di questa o di quella legge.Ma ...dura lex sed lex

  2. #12
    L'avatar di morto
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    682
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    19 Post(s)
    Potenza rep
    35035868
    Citazione Originariamente Scritto da dura-lex sed-lex Visualizza Messaggio
    [Riproprongo il mio post stranamente scomparso:]
    Caro morto,
    da come hai impostato l'argomento sembra che tu voglia chiederci una benedizione a fare ciò che dici facciano alcuni tuoi colleghi e che tu sembri tentato di emulare...

    Carissimo, in realtà la mia galleria è ben presente in quell'elenco con tanto di emolumenti pagati.
    Purtroppo vorrei che anche le gallerie figh3tte seguissero il nostro esempio, pur ritenendo il DDS un balzello arcaico e inventato per foraggiare Raul Casadei o Gino Paoli. Se non altro per giusta concorrenza.
    Batterista, la storiella dell'intermediariato con l'artista sarà vera una volta su mille.
    Già mi vedo la galleria "figh3tta" che mette in contatto un Ali Banisadr con il cliente per la transazione.
    Possibile che Poggiali e Forconi vendano Luca Pignatelli e paghino regolarmente il DDS, mentre l'altra galleria di riferimento in Italia non ne abbia mai venduto uno?

    Ma non solo a Milano, mancano anche a Napoli

  3. #13
    L'avatar di ginogost
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    15,253
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    1346 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da batteristasinest;41205584....Va anche tenuto presente che [B
    dal febbraio del 2014 una direttiva europea ha messo fine al monopolio della SIAE sul diritto d'autore[/B], dunque dal febbraio 2014 si sono aperti nuovi scenari relativamente alla tutela del diritto d'autore.In Italia si fa strada ad esempio la Soundreef, ma prevedo che lo scenario si espanda.
    OK, lo dovevo per completezza di informazione.
    Poi, è chiaro, che ognuno è libero di pensare e dubitare sulla fondatezza e utilità di questa o di quella legge.Ma ...dura lex sed lex
    Grazie dell'info. Naturalmente la SIAE, oltre a non avermi spedito i moduli di pagamento (e se li ha spediti, posta semplice, non sono arrivati: una gioia per chi è spesso all'estero senza contare che in prima battuta l'unico pagamento previsto è con foglietto arcaico, allo sportello bancario, FISICAMENTE) non si è certio premurata di farmi conoscere l'evento. Niente di strano, intendiamoci, neanche Ghino di Tacco dava informazioni sul N° di telefono della Polizia.

  4. #14
    L'avatar di ginogost
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    15,253
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    1346 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Comunque, ripeto, quando segnalai, da iscritto, alla SIAE che si svolgevano i concerti dei Centri Sociali senza pagare un centesimo di diritti, in totale illegalità, mi fu risposto che non potevano intervenire.
    Allora capii subito con chi avessi a che fare.
    RiFNK.lo

  5. #15

    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    358
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    8127118
    Citazione Originariamente Scritto da batteristasinest Visualizza Messaggio
    Ci sono due situazioni diverse:
    1-gallerie che dispongono di opere consegnate loro dagli artisti e messe in esposizione o in vendita poi dalle gallerie stesse
    2-gallerie che acquistano dagli artisti direttamente le opere dagli artisti per rivenderle ai collezionisti
    ....Nella situazione di cui al numero 2 invece si attua un duplice passaggio di proprietà: dall'artista al gallerista, dal gallerista al collezionista.In questo caso è dovuto il diritto di seguito sulla seconda vendita anche se di difficile quantificazione.
    non è proprio così..tu puoi anche acquistarla dall'artista ma devi rivenderla entro 3 anni e se la cifra supera i 10.000 netti lo paghi comunque
    dal Sito Siae:

    "Il diritto non si applica, inoltre, quando il venditore (professionista) abbia acquistato l’opera direttamente dall’autore nei tre anni precedenti la vendita ed il prezzo di quest’ultima non superi € 10.000,00.
    La vendita si presume effettuata oltre i tre anni dall’acquisto, salvo prova contraria fornita dal venditore".

  6. #16

    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    358
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    8127118
    Citazione Originariamente Scritto da morto Visualizza Messaggio
    Premesso che il DDS farei volentieri a meno di pagarlo, ma che per puro spirito delatorio e di curiosità ho fatto qualche ricerca veloce e scoperto che ci sono parecchie gallerie che non l'hanno pagato mai (eppure una vendita oltre i 10000 euro, negli ultimi anni, l'avranno fatta tutti).
    Mancano, del tutto, anche nomi importanti, pluricitati e pluriosannati, ma quando c'è da pagare le tasse (perché se manca il DDS è facile che manchi anche la relativa fattura) chissà come... spariscono.
    Lungi da me pubblicare nomi, trovate tutto qui, se volete:

    [SIAE] Societ Italiana degli Autori ed Editori

    Comunque, la mia domanda è: trovate giusta questa ulteriore tassa sull'arte, che sostanzialmente serve a foraggiare chi la riscuote e raramente protegge gli artisti che dovrebbero beneficiarne?
    Gli eredi di grandi artisti, non potrebbero trovarsi un lavoro vero?
    Disclaimer: Le mie domande sono PALESEMENTE faziose.
    Io sono un superpagatore . Va detto per onestà che se paghi in cartaceo e non in telematico, capita che il tuo mandatario di zona non sempre li carichi nel database. Ioltre alcuni colleghi hanno società con ragione sociale diversa dal nome commerciale. Tempo fa a Milano molti sono caduti nei controlli e hanno pagato parecchi. Comunque molti ancora EVADONO

  7. #17
    L'avatar di mambor1
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    6,065
    Mentioned
    34 Post(s)
    Quoted
    980 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Fatemi capire ho guardato tanti autori e di alcuni che ne sono ne state venduti sicuramente decine ci sono solo due o tre opere
    Ma qui sgarrano anche grandi organizzazioni....mi sembra evidente...
    Il dds e'sopra i 3000 o 10.000???

  8. #18
    L'avatar di morto
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    682
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    19 Post(s)
    Potenza rep
    35035868
    Sopra i 10000 = sempre e comunque (parlo chiaramente di vendite TRAMITE attività commerciale)
    Sopra i 3000 = solo se NON prima vendita o comunque dopo i 3 anni dall'acquisto presso l'artista.

  9. #19

    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    4,128
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    575 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Vendita pari o superiore a 3000, successiva alla prima vendita (con l'autore del quadro), svolta da un professionista (mercante o gallerista non improvvisato)e oltre i tre anni dalla prima cessione si paga il diritto di seguito.

    Le vendite tra privati non c'è il diritto di seguito se il prezzo non supera le 10.000 euro.Se c'è un professionista e si eccede le 10000 euro non si paga il diritto di seguito SOLO se è una seconda vendita la cui prima risale a meno di tre anni prima (che dovrà provare il secondo venditore)

    Sotto i 3000 euro non si paga il diritto di seguito mai.

    La prima vendita a qualunque cifra non paga il diritto di seguito, ma è ovvio.

    PS: prima vendita è quella con l'autore del quadro e il compratore, seconda vendita è quella tra il mercante e un collezionista foss'anche lo stesso autore originario.

  10. #20
    L'avatar di artdude2
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    243
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    6859289
    A leggere tutto questo mi viene alla mente un solo pensiero:
    povera Italia... (ok, viene dalla UE, ma...)
    Mi hanno detto che in Italia le gallerie devono pure tenere dei registri con le opere vendute, di proprieta' etc.
    Ma come fanno a lavorare da quelle parti?

    p.s.: felice anche per questo, di vivere e lavorare in un paese dove la burocrazia praticamente non esiste (o quasi)

Accedi